7 Wonders Duel – Espansione Agorà – Recensione

Duel è la versione 1 contro uno (per due giocatori, quindi) del gioco 7 Wonders targato Asmodee. Avevo già scritto una recensione qui. Oggi invece parliamo della sua espansione Agorà. Iniziamo con un terribile difetto: vince sempre mia moglie. Quindi se volete inserire intrighi politici, gestione del senato e volete sempre perdere con vostra moglie, questa espansione fa proprio il caso vostro.

Cerchiamo però di entrare nei dettagli per capire cosa c’è di valido in questo modulo aggiuntivo.

Espansione di 7 wonders – Duel. Agorà! Non avete già voglia di giocarla?

Pezzi e Materiali aggiuntivi

La vera figata è il tabellone aggiuntivo del senato, poiché si incastra perfettamente nel tabellone base. Sarà una stupidaggine, ma mi esalto.

Il tabellone del Senato è suddiviso in 6 camere distinte. In ogni camera a inizio partita viene posta (coperta) un segnalino Decreto. Chi governa la camera ottiene il bonus descritto nel segnalino.

Poi abbiamo una bella manciata di Cubi Senatore di due colori (uno per giocatore), con cui invadere le nostre capere.

In aggiunta abbiamo le carte Senatore, di due tipologie (Politici e cospiratore) da aggiungere agli schemi iniziali.

Per finire: due nuove Meraviglie, due nuovi Segnalini Progresso e due Segnalini Esercito.

Regole

Non mi dilungo sulle regole di 7 Wonders Duel perchè se state leggendo la recensione di un’espansione, sicuramente le conoscete già (poi ne ho parlato qua, volendo).
Quindi entriamo nel vivo. In pratica viene aggiunta la gestione del senato, il quale è suddiviso in 6 camere. Ogni giocatore può vincere controllando tutte le camere del senato.

Per ottenere il controllo di una camera bisogna apporre in essa più cubi Senatore del nostro avversario, in modo da avere la maggioranza e da ottenere quindi il bonus posizionato casualmente a inizio partita in quella camera.

Per poter apporre un cubetto bisogna attivare una carta Senatore – Politici. Quando la si pesca dal tabellone, si può decidere di pagarne il costo (come per le normali carte edificio) e ottenere quindi i propri cubi influenza da disporre.

Sembra tutto lineare, ma abbiamo ben due complicazioni:

  1. Il costo di ogni carta Senatore dipende dal numero di altre carte Senatore già in nostro possesso
  2. Il numero di cubetti influenza ottenuti dipende dal numero di Carte Blu nella nostra città.

Questo significa (secondo me, poi tanto io perdo sempre, quindi chissà) che conviene investire in senatori principalmente quando si è in una fase avanzata del gioco, per evitare di ritrovarsi a spendere tanto per avere relativamente pochi cubetti.

Come complicazione ulteriore, abbiamo le carte Senatore Cospiratore. Questo particolare tipo di Senatore non attiva nessun effetto sul momento, ma a partire dal round successivo in cui è stata innescata, produce gli effetti descritti sul retro della carta cospirazione che abbiamo pescato. Diciamo che dovrebbe essere una sorta di “trappola” visto che l’altro giocatore, quello che la subisce, non sa cosa gli sta per capitare.

Come cambia il gioco

Secondo me la faccenda si complica ulteriormente, quindi evitate di prenderlo se ancora non padroneggiate il gioco base. Infatti dover gestire la strategia di acquisto dei senatori e la possibile vittoria per supremazia politica potrebbe essere un po’ troppo per un giocatore alle prime armi.

Detto questo trovo che sia decisamente uno sviluppo interessante, tanto per cominciare perchè rende più utili gli edifici blu. che io avevo sempre trovato abbastanza inutili (non danno risorse, non danno tecnologie, non danno esercito…sanno solo quello che non danno, come Balto!).

Inoltre le carte Cospiratore rendono molto più semplice interagire con la città del nostro rivale. Quindi non possiamo dare per scontato quello che abbiamo, perchè potremmo perderlo!

Se vi ho convinto, potreste comprarlo



Ho recensito altri giochi da tavolo, ma soprattutto dei giochi di ruolo! Date un’occhiata!