Gandalf in Pathfinder

Forse il mago più famoso di tutti i tempi. A parte Otelma. Parlo di Gandalf il Grigio del Signore degli Anelli (anche se compare anche in altre opere, tra cui lo Hobbit). Quello che nei libri di Tolkien copre il ruolo di PG del master che dà le quest, cava d’impiccio e guida il gruppo di scalcagnati. Quello che uccide il Balor da solo per prendersi il loot. Il potente saggio noto con mille nomi, Olònir, Mithrandir e tanti altri. L’antico Istari inviato a tutelare la Terra di Mezzo. Un Maiar inviato dai Valar per contrastare la malvagità di Sauron. E insomma, la smetto, tanto chi è che non conosce Gandalf?
Questa è la versione Pathfinder. Per D&D 3.5 guardate qua e per D&D 5e qua.

Eccolo, con una spada in mano, perchè non si sa mai quando finiranno gli slot incantesimo.

Punti salienti: Un potente incantatore, capace di lanciare fiamme, fare luce, ispirare gli animi, spezzare gli incantesimi, oltre a un’altra ricca serie di trucchetti.
Valutazione livello: C’è un simpatico articolo in giro secondo cui Gandalf sarebbe un mago di lvl 5. A conti fatti i suoi incantesimi non sono particolarmente ricercati, però consideriamo che tiene testa al Balrog (anche se poi muore) che sarebbe stato una sfida insormontabile per gli altri (i quali sono combattenti eccezionali, magari non super-umani, ma tranquillamente di livello 4-5). Facciamo lvl 11 per comodità.

Scheda

Suggerimento build:
Razza: Non essendo umano, ma una razza semi divina, io direi che Aasimar è quello che fa per noi.

Classi: Mago, chiaramente. Non è un mago, non usa la magia del libro! Anzi, la magia in Tolkien è molto basata sulla parola, quasi sulla musica. Quindi:
Bardo 10 (Flame Dancer e Studious Librarian), Guerriero 1.

Sì, il guerriero, perchè il ragazzo picchia. Il bardo ha tutta una serie di magie adatte allo scopo ( eroismo, ventriloquio, piromanzia, …), quelle di fuoco le prendiamo dal Flame Dancer e se ci manca qualcosa sul momento, possiamo usare il privilegio di classe dello Studious Librarian. Volendo anche per lanciare Cavalcatura, se pensiamo di richiamare così Ombromanto.

La musica bardica è forse un po’ fuori luogo, ma in fondo non serve cantare, basta ispirare con un discorso, poi le conoscenze bardiche sono davvero calzanti.

Caratteristiche: Purtroppo non possiamo tenerne bassa nessuna. Grande Carisma (non solo per castare, ma guardate come convince la gente a fare cose assurde!) Ottima intelligenza, saggezza e non è che le fisiche siano basse.

Talenti: In realtà non ci serve nulla di particolare. Per seguire il film forse ci servirebbe combattere con due armi. Per il resto siamo liberi di prendere un po’ di robustezza e dintorni. Escludere Materiali ci aiuta a essere meno ridicoli.

Equipaggiamento: Un bastone nodoso e molto alla moda. Un cappello a punta. Poi Glamdring, la spada elfica in grado di illuminarsi se ci sono orchi nelle vicinanze. Io suggerirei l’uso di un individuazione del male permanente, tanto gli orchi son tutti malvagi in Tolkien.

Varianti e considerazioni:

Il Guerriero non è obbligatorio, potremmo usare una qualsiasi altra classe combattente, perfino un Paladino, un Cavaliere o un Magus.

Come sottoclasse da Bardo c’è anche il Magician, scartato perchè troppo bravo con utilizzare oggetti magici a discapito di conoscenze bardiche. Però vedete voi.

La magia delle parole forse viene rappresentata meglio dal Truenamer [Tome of Magic], ma poi questa classe (oltre a essere debolissima) offre una scelta di incantesimi misera.

Se invece volete stare sul classico, c’è sempre lo stregone. Volendo prendendo la classe di prestigio del Maestro del Sapere, se volete focalizzarvi sulla sua saggezza e cultura e con la sottoclasse Elemental, per focalizzarsi sul fuoco.



Chissà se tutti i PG sono replicabili in Pathfinder. Intanto questi sì.

Se siete fan sfegatati di Gandalf

Gandalf in D&D 3.5

Forse il mago più famoso di tutti i tempi. A parte Otelma. Parlo di Gandalf il Grigio del Signore degli Anelli (anche se compare anche in altre opere, tra cui lo Hobbit). Quello che nei libri di Tolkien copre il ruolo di PG del master che dà le quest, cava d’impiccio e guida il gruppo di scalcagnati. Quello che uccide il Balor da solo per prendersi il loot. Il potente saggio noto con mille nomi, Olònir, Mithrandir e tanti altri. L’antico Istari inviato a tutelare la Terra di Mezzo. Un Maiar inviato dai Valar per contrastare la malvagità di Sauron. E insomma, la smetto, tanto chi è che non conosce Gandalf?
Questa è la versione D&D 3.5, per Pathfinder guardate qua e per D&D 5e qua.

Eccolo, con una spada in mano, perchè non si sa mai quando finiranno gli slot incantesimo.

Punti salienti: Un potente incantatore, capace di lanciare fiamme, fare luce, ispirare gli animi, spezzare gli incantesimi, oltre a un’altra ricca serie di trucchetti.
Valutazione livello: C’è un simpatico articolo in giro secondo cui Gandalf sarebbe un mago di lvl 5. A conti fatti i suoi incantesimi non sono particolarmente ricercati, però consideriamo che tiene testa al Balrog (anche se poi muore) che sarebbe stato una sfida insormontabile per gli altri (i quali sono combattenti eccezionali, magari non super-umani, ma tranquillamente di livello 4-5). Facciamo lvl 11 per comodità.

Scheda

Suggerimento build:
Razza: Non essendo umano, ma una razza semi divina, io direi che Aasimar è quello che fa per noi. Tanto assorbiamo il modificatore di livello con Arcani Rivelati.

Classi: Mago, chiaramente. Non è un mago, non usa la magia del libro! Anzi, la magia in Tolkien è molto basata sulla parola, quasi sulla musica. Quindi:
Bardo 5, Guerriero 1, Lyric Taumaturge 4 [Complete Mage], Accordo Sublime [Perfetto Arcanista] 1.

Sì, il guerriero, perchè il ragazzo picchia. Il bardo ha tutta una serie di magie adatte allo scopo, quello che ci manca, lo prendiamo con il taumaturgo lirico e l’Accordo Sublime (dissolvi magia, palla di fuoco, e qualche altro effetto minore di fuoco (freccia infuocata, riscaldare metallo?). Volendo anche Cavalcatura, se pensiamo di richiamare così Ombromanto.

Invece i vari eroismo, ventriloquio, piromanzia eccetera li aveva già come bardo, il quale ci dà pure le conoscenze bardiche, che non sono mai male!

La musica bardica è forse un po’ fuori luogo, ma in fondo non serve cantare, basta ispirare con un discorso.

Caratteristiche: Purtroppo non possiamo tenerne bassa nessuna. Grande Carisma (non solo per castare, ma guardate come convince la gente a fare cose assurde!) Ottima intelligenza, saggezza e non è che le fisiche siano basse.

Talenti: In realtà non ci serve nulla di particolare. Per seguire il film forse ci servirebbe combattere con due armi. Per il resto siamo liberi di prendere un po’ di robustezza e dintorni. Escludere Materiali ci aiuta a essere meno ridicoli.

Equipaggiamento: Un bastone nodoso e molto alla moda. Un cappello a punta. Poi Glamdring, la spada elfica in grado di illuminarsi se ci sono orchi nelle vicinanze. Io suggerirei l’uso di un individuazione del male permanente, tanto gli orchi son tutti malvagi in Tolkien.

Varianti e considerazioni:

Il Guerriero non è obbligatorio, potremmo usare una qualsiasi altra classe combattente, perfino un Warblade [Tome of Battle] o un Duskblade [Player’s Handbook II]. Se invece volete mettere l’accento sulle sue doti da guida, c’è sempre il Maresciallo [Manuale delle Miniature] o addirittura il Paladino.

La magia delle parole forse viene rappresentata meglio dal Truenamer [Tome of Magic], ma poi questa classe (oltre a essere debolissima) offre una scelta di incantesimi misera.

Se invece volete stare sul classico, c’è sempre lo stregone. A quel punto potreste usare la variante da guerra di Arcani Rivelati, togliendo il livello da Guerriero e in questo modo potreste fermarvi serenamente a livello 8. Volendo prendendo la classe di prestigio del Maestro del Sapere, se volete focalizzarvi sulla sua saggezza e cultura.

Ogni personaggio è replicabile in D&D 3.5. Si può fare tutto.


Se siete fan sfegatati di Gandalf

Gandalf in D&D 5e

Forse il mago più famoso di tutti i tempi. A parte Otelma. Parlo di Gandalf il Grigio del Signore degli Anelli (anche se compare anche in altre opere, tra cui lo Hobbit). Quello che nei libri di Tolkien copre il ruolo di PG del master che dà le quest, cava d’impiccio e guida il gruppo di scalcagnati. Quello che uccide il Balor da solo per prendersi il loot. Il potente saggio noto con mille nomi, Olònir, Mithrandir e tanti altri. L’antico Istari inviato a tutelare la Terra di Mezzo. Un Maiar inviato dai Valar per contrastare la malvagità di Sauron. E insomma, la smetto, tanto chi è che non conosce Gandalf?
Questa è la versione D&D 5e, se cercate quella di Pathfinder, guardate qua, per D&D 3.5 qua.

Eccolo, con una spada in mano, perchè non si sa mai quando finiranno gli slot incantesimo.

Punti salienti: Un potente incantatore, capace di lanciare fiamme, fare luce, ispirare gli animi, spezzare gli incantesimi, oltre a un’altra ricca serie di trucchetti.
Valutazione livello: C’è un simpatico articolo in giro secondo cui Gandalf sarebbe un mago di lvl 5. A conti fatti i suoi incantesimi non sono particolarmente ricercati, però consideriamo che tiene testa al Balrog (anche se poi muore) che sarebbe stato una sfida insormontabile per gli altri (i quali sono combattenti eccezionali, magari non super-umani, ma tranquillamente di livello 4-5). Facciamo lvl 11 per comodità.

Scheda

Suggerimento build:
Razza: Non essendo umano, ma una razza semi divina, io direi che Aasimar è quello che fa per noi.

Classi: Mago, chiaramente. Non è un mago, non usa la magia del libro! Anzi, la magia in Tolkien è molto basata sulla parola, quasi sulla musica. Quindi:
Bardo 10 (College of Lore), Guerriero 1.

Sì, il guerriero, perchè il ragazzo picchia. Il bardo ha tutta una serie di magie adatte allo scopo ( eroismo, immagine minore, prestidigitazione, …), quelle di fuoco le prendiamo grazie alla nostra sottoclasse, che ci dà accesso a incantesimi di altre classi! Volendo anche per lanciare Destriero Fantomatico, se pensiamo di richiamare così Ombromanto.

La musica bardica è forse un po’ fuori luogo, ma in fondo non serve cantare, basta ispirare con un discorso. La maestria la possiamo prendere in Arcana e Persuasione.

Caratteristiche: Purtroppo non possiamo tenerne bassa nessuna. Grande Carisma (non solo per castare, ma guardate come convince la gente a fare cose assurde!) Ottima intelligenza, saggezza e non è che le fisiche siano basse.

Talenti: In realtà non ci serve nulla di particolare. Per seguire il film forse ci servirebbe combattere con due armi. Per il resto siamo liberi di prendere un po’ di robustezza e dintorni.

Equipaggiamento: Un bastone nodoso e molto alla moda. Un cappello a punta. Poi Glamdring, la spada elfica in grado di illuminarsi se ci sono orchi nelle vicinanze. Non credo ci sia un oggetto del genere, ma attendo smentite.

Varianti e considerazioni:

Il Guerriero non è obbligatorio, potremmo usare anche il Paladino.

Come sottoclasse da Bardo c’è anche il College of Sword, ma poi come prendiamo la palla di fuoco? Ci servono 5 livelli da stregone!

Se invece volete stare sul classico, c’è sempre lo stregone, il Divine Soul forse è la sottoclasse più azzeccata.

Oppure anche il mago, visto che esiste il Bladesinging.


Non ogni personaggio è replicabile in D&D 5e, ma alcuni sì. Tipo questi.


Se siete fan sfegatati di Gandalf

Natasha Romanoff (Vedova Nera) in D&D 3.5

Black Widow è appena uscito per chi ha abbonamento Disney, ovviamente la protagonista di questo nuovo film Marvel è proprio Natasha Romanoff. Quindi ho pensato bene di aiutare chi volesse giocare in Dungeons & Dragons il personaggio di Vedova Nera. Tra l’altro il film non era male, io temevo sarebbe stato tutto un continuo primo piano sulle curve di Scarlett Joahnsson (che tra l’altro a me manco fa impazzire esteticamente, ma non divaghiamo), invece è incentrato su infiltrazione, sotterfugi e combattimenti esagerati. Nel complesso direi che è un film Marvel sopra la media. Questa è la build in D&D 3.5, per Pathfinder andate QUA e per D&D 5e QUA.
Black Widow non è l’unico Avenger replicato! Se volete vedere altri personaggi del MCU, venite qua!

Black Widow, Cate Shortland spiega il lato emotivo di Natasha Romanoff

Punti salienti: Agile, addestrata al combattimento sia armato che a mani nude. Furtiva e abile nei sotterfugi.
Valutazione livello: Sicuramente si pone sopra la media e ritengo sia anche oltre al livello umano. Lvl 6.

Scheda

Suggerimento build:
Razza: Umano. Diamine, per forza.

Classi: Monaco 1, Ladro 1, Factotum 3 [Dungeonscape], Spymaster [Complete Adventurer] 1.

In questo modo abbiamo agilità, una secchiata di abilità (per prendere da acrobazia a raggirare, artista della fuga e via dicendo), capacità offensive, combattimento scorretto e capacità di spionaggio.

L’incantesimo del Factotum sembra un po’ fuori PG, ma potremmo usarlo per replicare uno dei gadget iper-tecnologici che talvolta usa, tipo per cambiare aspetto.

Caratteristiche: Purtroppo ci servono tutte alte.

Talenti: Combattere con due armi viene spesso usato, Robustezza migliorata [Perfetto Combattente] non è bellissimo, ma i protagonisti dei film Marvel sono sempre difficili da uccidere, il resto possiamo prenderlo per migliorare le capacità di combattimento o le abilità

Equipaggiamento: Le pistole sono un problema nella classica ambientazione di D&D, come sempre. Vedete voi come gestirle, se reskinnando la balestra a ripetizione o come oggetto magico. Per il resto ci basta una tutina aderente.

Varianti e considerazioni:

Se non vi piace il factotum ci sarebbe l’Umano Esemplare [Arcani Rivelati] che ci dà quasi la stessa versatilità.

Se non apprezzate questo multiclasse, potreste buttarvi sul Ninja [Perfetto Avventuriero], che alla fine è proprio una specie di via di mezzo tra il monaco e il ladro.

Non mi curo molto degli allineamenti ma se pensate di voler continuare come monaco, c’è anche la versione Chaos Monk [Dragon Magazine #335].

Non importa quanto sia strano o potente, in D&D 3.5 ogni personaggio è replicabile.

Ci sono un sacco di fumetti su Natasha Romanoff che io non ho mai letto, quindi questa è la versione sui film Marvel. Se però voi volete recuperarli: eccoli.

Natasha Romanoff (Vedova Nera) in Pathfinder

Black Widow è appena uscito per chi ha abbonamento Disney, ovviamente la protagonista di questo nuovo film Marvel è proprio Natasha Romanoff. Quindi ho pensato bene di aiutare chi volesse giocare in Dungeons & Dragons il personaggio di Vedova Nera. Tra l’altro il film non era male, io temevo sarebbe stato tutto un continuo primo piano sulle curve di Scarlett Joahnsson (che tra l’altro a me manco fa impazzire esteticamente, ma non divaghiamo), invece è incentrato su infiltrazione, sotterfugi e combattimenti esagerati. Nel complesso direi che è un film Marvel sopra la media. Questa è la build in PF, per D&D 3.5 andate QUA e per D&D 5e QUA.
Black Widow non è l’unico Avenger replicato! Se volete vedere altri personaggi del MCU, venite qua!

Black Widow, Cate Shortland spiega il lato emotivo di Natasha Romanoff

Punti salienti: Agile, addestrata al combattimento sia armato che a mani nude. Furtiva e abile nei sotterfugi.
Valutazione livello: Sicuramente si pone sopra la media e ritengo sia anche oltre al livello umano. Lvl 6.

Scheda

Suggerimento build:
Razza: Umano. Diamine, per forza.

Classi: Brawler 2 (Strangler), Ladro 4 (Spy).

In questo modo abbiamo agilità, una secchiata di abilità (per prendere da acrobazia a raggirare, artista della fuga e via dicendo), capacità offensive, combattimento scorretto e capacità di spionaggio.

Come Rogue Talent io prenderei Escaping Stunt (la famosa scena della sedia) e Expert Leaper (perchè salta come una cavalletta).

Caratteristiche: Purtroppo ci servono tutte alte.

Talenti: Combattere con due armi viene spesso usato, Robustezza non è bellissimo, ma i protagonisti dei film Marvel sono sempre difficili da uccidere, il resto possiamo prenderlo per migliorare le capacità di combattimento o le abilità. Dodge ad esempio, che fa schifo, ma rende l’idea. Poi così possiamo prendere Spring Attack.

Equipaggiamento: Le pistole e un paio di armi leggere. Per il resto ci basta una tutina aderente.

Varianti e considerazioni:

In fin dei conti ha due identità, quindi potrebbe essere una specie di Vigilante, ma cerco di usarlo solo quando veramente calzante.

Se lo Strangler non vi convince potete usare il Brawler standard. Il monaco mi pare meno adatto, ma se proprio volete, forse lo Zen Archer, se al posto degli archi potete usare le pistole può essere interessante.

Col fatto che spara potremmo pensare anche al Gunslinger, ma non mi pare dia un grande contributo.

Al posto del ladro i può pensare al Ninja. Dà una competenza coi veleni che mi pare lei non usi mai, ma in fondo è probabile che sia effettivamente addestrata a usarli, quindi ben venga.

Ogni personaggio è replicabile in Pathfinder? Proviamo!.

Ci sono un sacco di fumetti su Natasha Romanoff che io non ho mai letto, quindi questa è la versione sui film Marvel. Se però voi volete recuperarli: eccoli.

Natasha Romanoff (Vedova Nera) in D&D 5e

Black Widow è appena uscito per chi ha abbonamento Disney, ovviamente la protagonista di questo nuovo film Marvel è proprio Natasha Romanoff. Quindi ho pensato bene di aiutare chi volesse giocare in Dungeons & Dragons il personaggio di Vedova Nera. Tra l’altro il film non era male, io temevo sarebbe stato tutto un continuo primo piano sulle curve di Scarlett Joahnsson (che tra l’altro a me manco fa impazzire esteticamente, ma non divaghiamo), invece è incentrato su infiltrazione, sotterfugi e combattimenti esagerati. Nel complesso direi che è un film Marvel sopra la media. Questa è la build in D&D 5e, per D&D 3.5 andate QUA e per Pathfinder QUA.
Black Widow non è l’unico Avenger replicato! Se volete vedere altri personaggi del MCU, venite qua!

Black Widow, Cate Shortland spiega il lato emotivo di Natasha Romanoff

Punti salienti: Agile, addestrata al combattimento sia armato che a mani nude. Furtiva e abile nei sotterfugi.
Valutazione livello: Sicuramente si pone sopra la media e ritengo sia anche oltre al livello umano. Lvl 6.

Scheda

Suggerimento build:
Razza: Umano. Diamine, per forza. Se potete Variante, come sempre.

Classi: Ladro (Mastermind) [Xanathar] 4, Monaco 2.

In questo modo abbiamo agilità, una secchiata di abilità (per prendere da acrobazia a inganno, e via dicendo), capacità offensive, combattimento scorretto e capacità di spionaggio.

Background: Io andrei molto semplicemente di Spia.

Caratteristiche: Purtroppo ci servono tutte alte.

Talenti: Dual Weilder viene spesso usato, però non lo vedo fondamentale. Skilled ci sta bene, per rendere le sue grandi competenze, ma non credo ci serva con quelle classi. Se vogliamo essere proprio rigorosi dovremmo prendere Gunner [Tasha] in modo da poter sparare bene.
Per il resto alziamo le caratteristiche.

Equipaggiamento: Le pistole e un paio di armi leggere. Per il resto ci basta una tutina aderente.

Varianti e considerazioni:

Se non ci piace il Mastermind c’è l’assassino che in fondo ha una sua ragionevolezza (più come nome che come tipo di gioco). L’artefice solo per usare le pistole è uno spreco.

Piuttosto potremmo togliere del tutto il monaco e mettere il talento Tavern Brawler.

Non ogni personaggio è replicabile in D&D 5e, ma proviamoci ugualmente.

Ci sono un sacco di fumetti su Natasha Romanoff che io non ho mai letto, quindi questa è la versione sui film Marvel. Se però voi volete recuperarli: eccoli.

Loki in Pathfinder

Secondo me i fanboy e fangirl si offenderanno. Perchè, diciamolo, il Loki del MCU è simpatico, un gran bel personaggio, però non è che a conti fatti sia potentissimo. Ok, ha un paio di capacità simpatiche, ma nulla di devastante e non solo perchè non è orientato al combattimento diretto. Anche nel suo campo di specializzazione c’è decisamente di meglio (per dire, Strange e Scarlett sono maghi più potenti, sebbene gli siano leggermente inferiori fisicamente). Poi nei fumetti è tutta un’altra storia, ma non sono abbastanza preparato per fare quella versione. A proposito, io a questo punto sono alla puntata 2 della serie Loki. Quindi se lo rivoluzionano alla fine, beh, io non lo so ancora.
Questa è la versione PF, se cercate D&D 3.5, eccolo, se cercate D&D 5e invece è qua.
Invece qua trovate altri personaggi Marvel.

Punti salienti: Dio dell’inganno, per quanto il suo Raggirare non sia poi così spropositato (altrimenti ingannerebbe sempre tutti, invece…). Poi non ha nulla della divinità, quindi niente gradi divini. Quindi avrà capacità fisiche straordinarie per un uomo, resistenza al freddo, poi capacità magiche come illusioni, occultamenti, mutaforma e controlli mentali.
Valutazione livello: Ho messo Capitan America al 9. Quindi lui sarà al 10.

Scheda

Suggerimento build:
Razza: Fetcling.
Bonus al Carisma, possiamo assumere le sembianze di altri umanoidi e possediamo poteri di occultamento e dislocazione. Che vogliamo di più dalla vita?

Classi: ladro (consigliere) 2, Stregone Shapeganger Bloodline.
Bonus al dipolazia, poi possiamo lanciare invisibilità, Alterare Sé Stesso, una buona collezione di illusioni, Suggestione e volendo pure Metamorfosi.

Caratteristiche: Serviranno alte tutte le mentali. Comunque nessuna caratteristica bassa o i fan mi picchiano.

Talenti: A parte focalizzare le scuole di magia importanti (illusione e ammaliamento), non ci serve molto altro. Possiamo investire sulla resistenza.

Equipaggiamento: L’elmetto cornuto è immancabile, volendo possiamo aggiungere un po’ di resistenza al freddo.

Varianti e considerazioni:

Come razze si possono anche valutare i Changelings (togliendo Claws per prendere Hag Magic, e come bonus usare Green Widow).
Altrimenti il sempre attuale Tiefling, solo che dopo siamo limitati allo stregone Infernale o Abissale.

Altrimenti l’umano è sempre là ad aspettarvi.

Come Ladro potreste pensare anche a Chameleon e Charlatan, oppure all’investigatore Infiltrator, ma così perdete l’attacco furtivo. Volendo dopo potreste persino entrare nel mistificatore arcano. In quel modo sarete più orientati al pugnalare alle spalle, anche se per prendere la classe di prestigio, perdete gli incantesimi di quarto livello e vi servirà un livello extra. Forse era la scelta migliore, ma non volevo farlo uguale alla 3.5.

Esistono altri stregoni interessanti, come Abyssal, Maestro, Serpentine o Infernal. In alternativa la Witch non è male anche se secondo me la Hex non è proprio aderente all’idea di Loki. Stesso discorso per il Mesmerista. Lo psychic invece ha poteri mentali che Loki non dimostra di possedere, anche se non sarebbe una scelta totalmente sbagliata.



Ogni personaggio è replicabile in Pathfinder? Vedremo.
Intanto potreste recuperare i fumetti, così mi dite cosa ho sbagliato.

Loki in D&D 3.5

Secondo me i fanboy e fangirl si offenderanno. Perchè, diciamolo, il Loki del MCU è simpatico, un gran bel personaggio, però non è che a conti fatti sia potentissimo. Ok, ha un paio di capacità simpatiche, ma nulla di devastante e non solo perchè non è orientato al combattimento diretto. Anche nel suo campo di specializzazione c’è decisamente di meglio (per dire, Strange e Scarlett sono maghi più potenti, sebbene gli siano leggermente inferiori fisicamente). Poi nei fumetti è tutta un’altra storia, ma non sono abbastanza preparato per fare quella versione. A proposito, io a questo punto sono alla puntata 2 della serie Loki. Quindi se lo rivoluzionano alla fine, beh, io non lo so ancora.
Questa è la versione 3.5, se cercate Pathfinder, eccolo, se cercate D&D 5e invece è qua.
Qui invece trovate altri personaggi Marvel.

Punti salienti: Dio dell’inganno, per quanto il suo Raggirare non sia poi così spropositato (altrimenti ingannerebbe sempre tutti, invece…). Poi non ha nulla della divinità, quindi niente gradi divini. Quindi avrà capacità fisiche straordinarie per un uomo, resistenza al freddo, poi capacità magiche come illusioni, occultamenti, mutaforma e controlli mentali.
Valutazione livello: Ho messo Capitan America al 9. Quindi lui sarà al 10.

Scheda

Suggerimento build:
Razza: Gnomo artico [Arcani Rivelati], Half Ogre [Dragon Magazine #313], Primordial Giant [Secret of Xendric]
Di fatto è il figlio di un gigante del gelo, ma è di taglia media, no? Poi ha una spiccata propensione per la magia.
Ecco, quando vi dicono “questa combo non è realistica”, pensate che certi personaggi “famosi” sono frutto di miscugli del genere.

Classi: Ladro 1, Ladro Magico 1 [Perfetto Avventuriero] , Stregone da Battaglia 6 [Arcani Rivelati], Mistificatore Arcano 2.
Abbiamo l’attacco furtivo (anche se solo 4d6), poi possiamo lanciare invisibilità, Alterare Sé Stesso, una buona collezione di illusioni, Suggestione e volendo pure Metamorfosi.

Caratteristiche: Serviranno alte tutte le mentali. Comunque nessuna caratteristica bassa o i fan mi picchiano.

Talenti: A parte focalizzare le scuole di magia importanti (illusione e ammaliamento), non ci serve molto altro. Possiamo investire sulla resistenza con Robustezza migliorata e dintorni.

Equipaggiamento: L’elmetto cornuto è immancabile, volendo possiamo aggiungere un po’ di resistenza al freddo. Poi io prenderei un pugnale di Deadly precision [Magli Item Compendium] per alzare i danni del furtivo.

Varianti e considerazioni:

Se non vi piace usare l’archetipo del mezz’ogre (o il master non vi lascia le riviste), potreste ripiegare sull’Half Giant [Expanded Psionic Handbook], ha una resistenza al fuoco e non al freddo, ma cambia poco.

Altrimenti l’umano è sempre là ad aspettarvi.

Il Ladro Magico serve solo per entrare prima nel mistificatore arcano. Il Guerriero coi talenti di Arcani Rivelati sarebbe andato ugualmente bene.

La variante dello stregone non è fondamentale, possiamo usare quello normale. Non ho ricorso al Mago (Illusionista, magari) perchè lui non studia incantesimi, quindi non mi pare adatto. Al massimo usate lo Psion.

Se volete alzare un po’ il livello, io punterei alla Spia del Perfetto Avventuriero o qualcosa di simile, anche se forse prima finirei il mistificatore arcano.



Non importa quanto sia strano o potente, in D&D 3.5 ogni personaggio è replicabile.
Intanto potreste recuperare i fumetti, così mi dite cosa ho sbagliato.

Loki in D&D 5e

Secondo me i fanboy e fangirl si offenderanno. Perchè, diciamolo, il Loki del MCU è simpatico, un gran bel personaggio, però non è che a conti fatti sia potentissimo. Ok, ha un paio di capacità simpatiche, ma nulla di devastante e non solo perchè non è orientato al combattimento diretto. Anche nel suo campo di specializzazione c’è decisamente di meglio (per dire, Strange e Scarlett sono maghi più potenti, sebbene gli siano leggermente inferiori fisicamente). Poi nei fumetti è tutta un’altra storia, ma non sono abbastanza preparato per fare quella versione. A proposito, io a questo punto sono alla puntata 2 della serie Loki. Quindi se lo rivoluzionano alla fine, beh, io non lo so ancora.
Questa è la versione per la quinta edizione, se cercate D&D 3.5, eccolo, se cercate Pathfinder invece è qua.
Qui invece trovate altri personaggi Marvel.

Punti salienti: Dio dell’inganno, per quanto il suo Inganno non sia poi così spropositato (altrimenti raggirerebbe sempre tutti, invece…). Poi non ha nulla della divinità, quindi niente gradi divini. Quindi avrà capacità fisiche straordinarie per un uomo, resistenza al freddo, poi capacità magiche come illusioni, occultamenti, mutaforma e controlli mentali.
Valutazione livello: Ho messo Capitan America al 9. Quindi lui sarà al 10.

Scheda

Suggerimento build:
Razza: Changeling.
Così abbiamo il bonus a carisma e soprattutto possiamo cambiare aspetto a volontà. Siamo già a buon punto.

Classi: Ladro, Arcane Trickster (Mistificatore Arcano) 10.
Non viene una versione particolarmente magica, ma comunque possiamo usare Suggestione, Invisibilità e qualche altra illusione. Avendo passato il livello 8, possiamo prendere anche un incantesimo di una scuola qualsiasi. Comodo. Possiamo anche raddoppiare la competenza a Deception.

Caratteristiche: Serviranno alte tutte le mentali. Comunque nessuna caratteristica bassa o i fan mi picchiano.

Talenti: Actor è immancabile, poi possiamo tenerci gli incrementi caratteristica.

Background: Possiamo buttarci sui classici Criminal o Spy.

Equipaggiamento: L’elmetto cornuto è immancabile. Poi un Ring of Warmth ci darà un po’ di resistenza al freddo. Siamo un gigante del gelo, ricordate?

Varianti e considerazioni:

Il Tiefling è sempre una scelta comprensibile. Il Goliath sembra assurdo, ma se volete rendere effettiva la sua ascendenza gigante, può starci. Sarà spassoso.
Lo Yuan-ti Pureblood alla fine sembra un umano e ha comportamenti simili a quelli di Loki, oltre a poteri utili.
Altrimenti l’umano è sempre là ad aspettarvi.

Ricordate che se cambiate razza, dovrete prendere Alterare Sé Stesso o poteri simili!

Se volete una versione più magica, fate solo 3 livelli da ladro (magari Assasin, visto il suo gusto per il pugnalare alle spalle) e poi salite come Stregone, io consiglio Aberrant Mind.
Come alternativa allo Stregone ci sarebbe il Warlock, ma mia moglie ha detto che non posso metterlo in tutte le build, anche se ci sono molte invocation che aumentano le capacità di ingannare e di occultamento, oltre al potere della metamorfosi a livello 7.

Se rimanete sul ladro e pensate che non vi servano i BG criminali, potreste buttarvi su quelli da studioso per ottenere le competenze in arcana e dintorni, perchè in fondo Loki è un tipo erudito.



In D&D 5e non ogni personaggio è replicabile, ma ci si prova ugualmente.
Intanto potreste recuperare i fumetti, così mi dite cosa ho sbagliato.

Wanda Maximoff (aka Scarlet Witch) in Pathfinder

Una delle più forti Avengers, ha tenuto testa a Thanos con una mano sola. Ora è sulla cresta dell’onda per via di Wandavision (ve lo consiglio, se vivete fuori dal mondo e non lo conoscete).
Questa è la scheda per PF, se cercate D&D 3.5, eccolo, invece D&D 5e è qua.
Ho già fatto molti altri Avengers: Hulk, Capitan Marvel, Capitan America, e Thor, più altri Marvel (e Disney in Generale!)

WandaVision: il costume finale da Scarlet Witch era sempre stato sotto ai  nostri occhi! [FOTO]
Ecco una visione di Wanda con un costume “ibrido”

Punti salienti: Grandi poteri telecinetici, spara raggi di energia e… (SPOILER!) possiede poteri di controllo mentale e illusori di potenza esorbitante.
Valutazione livello: Di fatto ha prestazioni decisamente superiori a quelle di Hulk. Io lo dico: livello 20 volendo anche grado mitico 3.

Scheda

Suggerimento build:
Razza: Possiamo fare benissimo l’umano.
Classi: Stregone 20 Shadow Bloodline. Se prendiamo il grado mitico puntiamo a arcimago, ovviamente.
In questo modo le nostre ombre di evocazione saranno praticamente reali. Proprio come…(no spoiler!)
Talenti: Con Solid Shadow le nostre “ombre di…” arriveranno al 100% di realtà. Poi se siamo Mitici Tangible Illusion può rivelarsi utile.
Equipaggiamento: Non ci serve nulla, se non vogliamo prendere una pietra magica (pun intended) per aumentare le nostre capacità.

Varianti e considerazioni:

Ci sarebbero alcuni oggetti magici (Crook of Cidhureen, per dire) o razze (Fetchling) in grado di migliorare il tutto, ma non mi paiono molto azzeccate, a meno di non fare reskin pesante.

Anche l’Oracolo ha capacità simili, ma è certamente meno adatto dello Stregone.

Il cineta dell’etere sembrava molto azzeccato prima dell’uscita di WandaVision. Poi ci sono stati mostrati poteri nuovi e quindi…

Poi mi hanno suggerito il Parapsichico (Psychic). In effetti possiede sia le capacità mentali che quelle illusorie, anche se manca il potenziamento agli incantesimi “ombra di…”

Ogni personaggio è replicabile in Pathfinder? Vediamo se ce la facciamo insieme!