Nuove Sottoclassi per il Guerriero in D&D 5e

Il Derviscio, il Gladiatore e l’Iniziato dell’Ordine dell’Arco. Chi ha giocato a D&D 3.5 conoscerà queste vecchie classi di prestigio ora convertite in sottoclassi del Guerriero. Questa interessante homebrew è stata realizzata da Davide Pastore e ne ha parlato nel gruppo Telegram Non Solo D&D. Se vi piacerà, sappiate che ha in progetto sottoclassi per le altre classi marziali (Barbaro, Ladro, Paladino, Monaco e Ranger). Vi lascio quindi una brevissima presentazione delle classi e poi in fondo troverete il link per scaricare il PdF con i dettagli delle tre sottoclassi.

Ecco un assaggio di come sarà il PdF. Insomma: è impaginato bene, non come faccio io!

Derviscio

Selvaggio, esotico e pericoloso come le sue lame turbinanti, chi sceglie di emulare l’archetipo del Derviscio decide di riassumere in sé velocità, grazia e abbandono nel combattimento. I suoi movimenti divengono tanto improvvisi quanto aggraziati, ma l’occhio attento coglie il ritmo letale dei passi della danza della spada.
Per il Derviscio, il combattimento e la danza sono una sola disciplina, e spesso complementano la loro perfezione marziale con misticismo e ascetismo. Non tutti i guerrieri, però, attingono a tali tradizioni semi-religiose, scegliendo di dedicarsi semplicemente ed unicamente a uno stile di combattimento unico e letale.

Gladiatore

Alcuni di loro sono semplici schiavi, mandati nella fossa a combattere contro mille avversità. Altri sono idoli delle folle, seguiti da allenatori e finanziatori. Ma ricchi o poveri che siano, tutti i gladiatori affrontano la morte ogni volta che scendono nell’arena.
I guerrieri che scelgono l’archetipo del Gladiatore sono solitamente combattenti addestrati a combattere di fronte a un pubblico in spettacolari duelli corpo a corpo, violenti scontri di squadre o mischie letali da cui può emergere un solo vincitore. Molti spettatori scommettono sui loro gladiatori preferiti, ma è il gladiatore il più grande scommettitore, pronto a perdere la vita nell’esecuzione del suo grande spettacolo.

Iniziato dell’Ordine dell’Arco

Quando le viene chiesto “Cos’è la verità?”, un’iniziata dell’Ordine dell’Arco impugna la sua arma, scocca una freccia e, senza proferire parola, lascia che sia la sua maestria con l’arco a rivelare il suo progresso lungo la via. Apprendendo l’arte meditativa della Via dell’Arco, i guerrieri che scelgono l’archetipo dell’Iniziato dell’Ordine dell’Arco, migliorano la propria disciplina, precisione e spiritualità. Gli iniziati dell’Ordine dell’Arco, difatti, considerano le loro armi come un’estensione del proprio essere, e l’uso di un arco come un’esperienza spirituale.
Pochi sono coloro che riescono a scoprire i segreti della Via dell’Arco senza far parte dell’Ordine, ma esistono. Questi guerrieri rispettano la spiritualità della disciplina ma non necessariamente raggiungono il livello di spiritualità dei veri e propri Iniziati. Il segreto della Via dell’Arco va scoperto da sé, meditando e combattendo, e prima o poi tutti coloro che emulano quest’archetipo potranno raggiungere l’illuminazione.





Ok, ecco allora il file PdF scaricabile gratuitamente.

Porgo ancora i miei ringraziamenti a Davide Pastore per avermelo regalato (anche se gli avevo offerto la bellezza di 5 euro!).

Se trovate errori, volete suggerire cambiamenti, peggio per voi, tanto non è roba mia fatemi sapere o entrate nel gruppo Telegram e diteglielo direttamente.

Se via piace la quinta edizione, sappiate che nella sezione D&D 5e ho caricato altre sottoclassi, razze, schede e robe varie.

Se invece siete nostalgici 3.5, potreste trovare interessante la sezione sulla terza edizione con guide, nuove classi e razze, e tanto altro.