Cyberpunk 2020 – Che succede fra 3 anni?

Anche se oggi pare assurdo, nel 1990, quando venne pubblicato questo gioco, il 2020 era terreno di pura fantascienza. Ora invece beh, i più previdenti forse hanno già programmato le vacanze per l’estate 2020. Infatti venne immaginato un mondo in cui gli stati nazionali non avevano quasi alcun peso ed il potere era in mano alle “corporazioni”, inoltre le città erano devastate dalla criminalità di strada (recensione scritta nel ’17, ora in piena pandemia coronavirus fa tutto meno ridere e tutto sommato il mondo di CP2020 sembra gradevole).
In tutto questo, oltre ad armi molto più efficaci di quelle presenti ai giorni nostri, vi è una vasta diffusione di “cyber tecnologia”. Avremo quindi persone con gambe bioniche, pistole nascoste dentro le braccia, artigli retrattili innestati nelle nocche, e tanto altro ancora.

Creazione del Personaggio

Per prima cosa dobbiamo scegliere una professione a scelta tra:

Rocker (una superstar in grado di infiammare la folla), Solitario (un killer rapido e reattivo), Netrunner (un informatico con la capacità di entrare nella rete), Tecnico e Tecnomedico (abili rispettivamente nel mettere a punto congegni tecnologici e cibernetici), Reporter (che con i suoi servizi può convincere le masse), Poliziotto (nonostante il declino del corpo di polizia può mettere in campo varie risorse), Corporativo (membro di una delle grandi aziende che lottano per spartirsi le ricchezze del mondo), Ricettatore (il più esperto nel muoversi nei bassifondi per trovare informazioni o oggetti), Nomade (membro di un branco itinerante che si prende ciò che vuole).

Una volta fatto questo, dovremo scegliere le caratteristiche. Se siete abituati a D&D, noterete che rispetto a quest’ultimo ci sono più caratteristiche “mentali” e meno “fisiche”. Questa disparità non dovrebbe sorprenderci, visto che è un gioco meno orientato verso il combattimento, scoraggiato anche grazie all’alta mortalità.

A questo punto ci si inoltra in un simpatico sistema di generazione casuale di background, con tanto di tiri di dado per determinare gli eventi passati, i tratti del carattere e perfino l’abbigliamento! Poi è previsto che si possa scegliere, invece che ricorrere al caso, ma volete mettere il divertimento di avere un killer asiatico vestito da motociclista punk che ama il suo orsetto peluche? L’ultimo dettaglio del personaggio sono le abilità, suddivise in base alla caratteristica da cui dipendono. Troviamo qui una vasta scelta e un alto grado di specializzazione (chimica, matematica, fisica, passando per le abilità specifiche di guida per ogni veicolo, borseggiare, scassinare, falsificare o guardaroba e stile, affascinare o trucco). Insomma, se cerchiamo un modo per caratterizzare ulteriormente il personaggio, l’abbiamo trovato.  

Regole del Gioco

Per riuscire in una prova bisogna ottenere un dato risultato (dipendente dalla difficoltà) sommando 1d10+il valore dell’abilità usata+il valore della caratteristica corrispondente.
Molto semplice. Per complicare un pochino il tutto, abbiamo una serie di variabili generiche (stress, visibilità, ecc) e specifiche per il combattimento (distanza, sorpresa, ecc) che vanno a modificare il tiro.

Oltre a un buon numero di bonus e malus di questo tipo, possiamo contare su una buona varietà di azioni diverse in combattimento: attacco in mischia, colpo singolo a distanza, raffica di tre colpi, o raffica fino al massimo della cadenza di fuoco. Per non parlare dei colpi mirati alle parti del corpo, delle armi ad area ed effetti particolari come aghi avvelenati, taser, gas, eccetera. In contrapposizione a questa grande varietà di forme offensive, abbiamo l’enorme fragilità dei personaggi: a meno di non essere imbottiti e ricoperti di metallo, un colpo di pistola ben assestato porrà fine alla vita del nostro alter ego, o per lo meno lo renderà incapace di compiere azioni diverse dal rantolare.

Inoltre anche per i “bestioni” più corazzati ci sono soluzioni semplici per abbatterli in poco tempo, anche perchè (al contrario di altri giochi, come D&D) non c’è alcun modo di aumentare la possibilità di schivare i colpi o di essere mancato. L’avanzamento del personaggio è lineare: non ci sono i “livelli”, ma usando le abilità si possono aumentare i propri punteggi, imparando a usarle meglio. Tuttavia questo è un processo molto limitato ed è previsto solo questo incremento quantitativo e non qualitativo, vale a dire che non si impara alcuna capacità speciale.  

Cyberpunk 2020 | Enciclopedia dei Giochi di Ruolo
Ecco la copertina del manuale!

Equipaggiamento

Ammettetelo: se giocate a Cyberpunk lo fate per le armi da fuoco e gli impianti cibernetici. Non rimarrete delusi, oltre alle armi automatiche, semi-automatiche classiche, abbiamo una vasta gamma di esplosivi, shotgun, cannoni e armi “esotiche”.

A questo si aggiunge una lista più che corposa di congegni cibernetici e operazioni a cui è possibile sottoporsi per, ad esempio, irrobustire i muscoli, cambiare colore degli occhi, innestare un orologio sottopelle, impiantarsi una gamba metallica, allungare il proprio pene (davvero!), ottenere dei filtri potentissimi nelle narici e tanto, tantissimo altro. Attenzione a non esagerare, oppure il vostro punteggio di Umanità calerà e diverrete cyborg impazziti nelle mani del master!

Oltre a questo abbiamo un buon numero di altri oggetti di uso quotidiano, computer per usare le capacità del Netrunner di entrare nella rete (il tutto gestito da una sezione di regolamento specifica) e, per finire, le droghe, se volete rendere l’ambientazione ancor più “sporca”.  

Pro e Contro

+Verosimiglianza elevata.
+Livello ragionevole di complessità.
+Ottima lista di armi e equipaggiamento vario.
+Ambientazione stimolante, per quanto non sviluppata nel manuale base.
+Presenza di manuali accessori interessanti (ad esempio, per i patiti del fantasy c’è “creature della notte”)
+Il sistema di Background e generazioni casuali è notevole, se non da usare, almeno da leggere.  
-Mortalità notevole. Non so se è un difetto, ma spesso quando muore il pg ci si dispiace.
-Classi sbilanciate. Il solitario ha l’abilità di classe più utile di tutti sia in missioni investigative che di combattimento. Vero che nelle altre difficilmente sarà utile, però…
-Risulta facilissimo fare un personaggio che riesca sempre a colpire chiunque sparandogli alla testa (quindi uccidendolo).
-Progressione dei personaggi quasi inesistente e totalmente basata sul denaro.
-Le abilità di entrare nella rete del Netrunner sono belle, però possono essere usate solo da lui, questo rallenta lo svolgimento del gioco costringendo a parti più o meno lunghe giocate “in solitaria”, rendendo sconsigliabile, in certe situazioni, l’uso della classe. (Tipo per avventure brevi, se si presenta il gioco a dei novellini e via dicendo).
-La personalizzazione delle capacità del personaggio non è particolarmente elevata, basandosi solo su abilità e equipaggiamento (esclusa, ovviamente, la componente psicologica, ma quella, altrettanto ovviamente, non dipende dal sistema utilizzato).  



Volete un esempio di personaggio atipico in Cyberpunk 2020? Eccolo.   Altrimenti potreste guardare le altre recensioni che trovate qui.  

Il manuale in inglese si trova abbastanza bene:

Cyberpunk: The Roleplaying Game of the Dark Future

Se volete vedere altre recensioni di GdR: eccole!

Lascia un commento