Thor in D&D 5e

Chi non conosce Thor? Quello che crede di essere il più forte degli Avengers, quello che, quando era solo un fumetto Marvel era in pratica Asterix senza baffi, insomma, il fratello del personaggio più amato dal pubblico femminile (sì, di Loki). Avete capito, no? Questa è la versione D&D 5e. Se cercate D&D 3.5 eccola e Pathfinder invece è qui. Se cercate altri personaggi del gruppo, sappiate che ci sono solo in 3.5.

Thor: Ragnarok - Una nuova clip rivela il (nuovo?) momento in cui Thor ha  perso il suo martello - Justnerd.it
Ecco a voi il dio dei martelli

Punti salienti: Vola, ha un martello grosso, ha il potere del tuono ed è grosso pure lui. Fa altro?
Valutazione livello: Ho dato il 18 a Hulk, quindi a lui dovrò date il 17. Peccato (si capisce che non sono un suo fan?)

Scheda

Suggerimento build:
Razza: Va bene l’umano.
Classi: Barbaro 4 (Zealot), Paladino 5 (Crown), Stregone 8 (Storm).
In questo modo può combattere con una buona dose di frenesia, può volare, lanciare fulmini, e tirare delle martellate notevoli. Che altro volete dalla vita?
Caratteristiche: Forza alta, di sicuro. Poi servirebbe anche Carisma, ma pare che piaccia, quindi.
Talenti: Non ci serve nulla di particolare, magari Escludere Materiali per il flavour.
Equipaggiamento: Ci servirebbe un martellone particolare. Peccato che Akmon, Hammer of Purhoros non sia proprio adatto. Sarebbe molto più calzante Azuredge, ma a quel punto bisognerebbe cambiarne la forma, visto che sarebbe una spada.

Varianti e considerazioni:

Il Barbaro non è fondamentale, se però ci piace valutiamo anche lo Storm Herald. Se non siate convinti dallo Stregone, c’è anche il Chierico (Tempest).

Come razza alla fine potreste valutare l’Aasimar. Alla fine parliamo di un dio, no?

Non ogni personaggio è replicabile in D&D 5e, ma si fa quel che si può.

Lascia un commento