Vai al contenuto

USA – Sine Requie – Recensione – Miglior Manuale di Ambientazione?

Qual è secondo voi il miglio manuale di ambientazione per Sine Requie Anno XIII? Io non ne ho letti tantissimi (mi fermo ai manuali base europei), perchè ai miei amici non piace molto Sine Requie quindi tendiamo a giocare ad altro (brutte persone). Però per me l’ambientazione negli Stati Uniti d’America è veramente notevole. Infatti un po’ mi spiace scrivere questa recensione perchè di norma preferisco parlar male dei giochi e dei manuali che leggo. Però non temete, ho comunque trovato qualche nota negativa da mettere in risalto. Attenzione perchè questa recensione contiene SPOILER. Se non conoscete il manuale e non volete rovinarvi la sorpresa, magari leggete solo le conclusioni oppure saltate la parte sotto in cui segnalerò il vero spoiler.

In Sine Requie gli Stati Uniti d’America sono un luogo meraviglioso. Il Sogno Americano prende vita!

Particolarità del Manuale

A differenza dei manuali base europei (Soviet, Reich e Sanctum Imperium) in USA vengono descritte ben 4 macro-zone completamente diverse tra loro, però andiamo con ordine. Dopo il giorno del Risveglio negli Stati Uniti vennero sganciate due bombe atomiche sopra New York e Washington (il cosiddetto giorno dei tre soli). Questo rischiò di spazzare via la vita dal continente per via delle radiazioni e dell’aumento incredibile di Morti Affamati generati. Tuttavia gli americani hanno saputo reagire, seppur in modi estremamente diversi.

Stati del Sud: Stati Confederati e Ku Klux Klan

Negli stati del sud ha preso nuova vita il Ku Klux Klan. Anzi, seppur non domini in maniera diretta, ha lunghi tentacoli con cui tira le fila in ogni luogo di potere.
Impossibile prendere una decisione senza il consenso del KKK e sicuramente il rapporto con la giustizia e il potere è decisamente più agevole per chi fa parte del Klan.

Inutile dire che questo comporta un incremento notevole del razzismo e della discriminazione. Cattolici, ebrei, sudamericani e via discorrendo sono perseguitati, mentre i neri vengono proprio schiavizzati.

In questi luoghi potrete trovare una vita rustica, dura, organizzazioni potenti, morti pericolosi e bande di saccheggiatori che assaltano i villaggi isolati, oltre a misteriosi artisti girovaghi, pericolosi assassini e alcune forme di resistenza tra gli strati della popolazione più oppressi.

Città Libera di New Orleans – Vudù e Integrazione

Con grande sollievo per le popolazioni afroamericane, esiste la città di New Orleans. Qui la loro gente può vivere in relativa tranquillità assieme alla mafia siciliana e ai Cajun di origine francese, praticando serenamente il vudù, grazie al quale vengono sottomessi i confederati che siano così folli da provare ad attaccare la città.

Questo luogo fa per voi se volete praticare una magia oscura e misteriosa, sia nella relativa sicurezza della città, sia nelle cupe paludi infestate da strani morti chiaramente sottoposti a rituali oscuri. Oltre a questo potreste godere della fantastica relazione tra culture diverse male integrate che, senza una guida e un governo centrale, amministrano la città suddividendola in zone di influenza con rilassanti faide e lotte intestine.

Hope e Life: Il vero Sogno Americano (SPOILER)

Lo spoiler vero è qui. Io ho adorato questa parte anche se mi era già stato rivelato il contenuto. Tuttavia trovo sia stata esposta davvero bene e, per chi non ne fosse stato a conoscenza, sarebbe stato un bel crescendo e mi dispiacerebbe rovinarvelo.

Nel nord degli USA le città di Hope e Life sembrano essere un paradiso: ottimo cibo sempre disponibile, belle case, vestiti sgargianti e tanti programmi TV per intrattenersi e per ammirare l’eroico Presidente degli Stati Uniti che ha risolto il problema dei Morti Affamati grazie a una sostanza chimica.

Purtroppo nulla di tutto questo è vero. Il Presidente è un Mortuus Diabolicus che usa i suoi poteri per influenzare gli abitanti attraverso la TV, facendoli vivere in un mondo illusorio, ignorando la realtà fatta di fango, macerie e decomposizione. Inoltre la sua consorte è anch’essa un Diabolicus e può generare morti speciali e controllarli in modo che fungano da polizia per queste due città che non sono altro se non allevamenti di carne umana per i Morti Affamati.

Alcuni umani non subiscono in pieno il controllo magico, tuttavia rivelare questo fatto è il modo migliore per finire “all’ospedale”, vale a dire divorati dai morti. Nonostante questo, alcuni uomini hanno fondato una setta segreta, anche se le loro risorse, sia materiali sia informative, sono davvero scarse.

Se volete un agghiacciante incubo di terrore, la sensazione di non avere via di scampo, una dittatura talmente permeante e orwelliana da definire che cosa sia la Verità, allora questa zona fa per voi.

Vagabondi, Radioattivi e Deformi

Le Terre Perdute erano poco per voi? Anche in Spagna o in Inghilterra? Ok, allora perchè non provare la versione americana!?

Lo scoppio delle bombe ha prodotto migliaia e migliaia di morti, le radiazioni hanno deformato i corpi dei sopravvissuti mentre la durezza della vita in queste terra ha deturpato la loro psiche.

Volete bande di disperati, sicuramente condannati a un’imminente morte o a causa di tumori o di Morti o di altre bande? Benvenuti.

Inoltre in queste zone secondo alcuni ci si può imbattere in un gruppo di Morti intelligenti che studiano per capire le origini e le cause del Risveglio…

Difetti

Ribadisco che ho adorato questo manuale e probabilmente è il mio preferito. Tuttavia non posso fare a meno di mettere in risalto qualche punto dolente.

Burattinai e Burattini

Per la maggior parte di voi non sarà un difetto, ma per me lo è. A me non piacciono i burattini e tutta quella roba sul mondo di mezzanotte e via dicendo (sì, l’ho detto e non me ne vergogno!). Mi annoia proprio, trovo non c’entri molto con il flavour che io ricerco in Sine Requie e non li userei mai in una campagna.

In questo manuale purtroppo ci sono molte parti relative a loro.
Che pizza!

Stranezze

Non so se si tratti di un vero difetto. Però ci sono un paio di occasioni in cui viene mostrata la possibilità di trovarsi di fronte ad eventi completamente inspiegabili e soprannaturali (nel senso, più del solito). Io non so bene cosa avessero in mente e magari tutto acquisirà un senso chiaro negli altri manuali (o magari lo ha già acquisito, solo che io non li ho ancora letti).

Tuttavia quando si va a calcare molto sulla comparsa di eventi apparentemente assurdi, io sono subito sospettoso e inizio a temere un “effetto Lost”. Quindi robe buttate un po’ a caso per creare scalpore e che poi avranno una spiegazione in seguito, ma non proprio soddisfacente.

Però vedremo.

Vagabondi

Andiamo, possibile che nel manuale ci sia la descrizione di una sola banda di teppisti radioattivi?!? Ci siamo comportati così male!?! Ok, possiamo inventare, prendere spunto e via dicendo. Però almeno due o tre, anche solo accennate, sarebbero state un buon punto di partenza per potere comprendere meglio la diversità dei vari gruppi.

Armi, Professioni e Note Tecniche

Io sarò un fissato, però secondo me si potevano spendere due facciate per presentare le professioni tipiche degli USA, una facciata per fare una carrellata sulle armi più facilmente reperibili in zona e un mini capoverso ogni tanto per fornire qualche dettaglio regolistico (i “morti con i chiodi sugli occhi”, di che tipo sono? Si può avere la scheda di qualche creatura menzionata nel manuale?).

Insomma, non dico che debba diventare uno splatbook di statistiche, per carità. Però se su quasi 150 facciate ne avessero aggiunte 3 o 4 in più per facilitare la vita ai Cartomanti, non sarebbe stato male. Ricordiamoci che è un GdR e non un romanzo!

In Conclusione

Secondo me il manuale è decisamente valido e soprattutto ben scritto. Io penserei di riscrivere il Soviet con questo stile, cioè partendo dal punto di vista degli abitanti, fino a rivelare pian piano come stiano veramente le cose.

Inoltre ha il notevole vantaggio di presentare zone completamente diverse con stili di gioco e atmosfere differenti. Insomma, non mi pare dia modo di annoiarsi!

Se vi ho convinto, potete comprare direttamente il libro qui.

Se cercate altro materiale su Sine Requie, lo trovate qua.

Altrimenti potreste voler guardare gli altri giochi che ho recensito. Buona lettura.

close

Iscriviti alla newsletter

Se ti va puoi iscriverti così da non perderti le novità e restare in contatto.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *