Caio Giulio Cesare in D&D 3.5

Il primo personaggio storicamente esistito della nostra rubrica. Immagino che l’uomo da cui deriva l’appellativo rivolto agli imperatori romani non abbia bisogno di presentazioni. Questa è la sua scheda per D&D 3.5, se la cercate per Pathfinder, andate QUA.

Risultati immagini per caio giulio cesare

Punti salienti: Straordinario comandante di truppe. Concedetemi un solo aneddoto: a Farsalo Pompeo ordinò alle sue truppe di aspettare la carica dei nemici, attendendoli da lontano, in modo che esaurissero l’impeto e arrivassero già stanchi. Cesare capì in tempo la tattica avversaria e bloccò la carica dei suoi uomini, facendoli rallentare per poi riprendere l’assalto una volta raggiunta la distanza corretta.
Valutazione livello:  10
 

Scheda

 
Suggerimento build:
Razza: Umano, ovvio.
Classi: Maresciallo 1 [Manuale delle Miniature] Crusader 4 [Tome of Battle] Tattico Leggendario (4) [Dragonlance – Ambientazione]
In questo modo avremo: moderate capacità di combattimento individuale ed ottime possibilità di migliorare le capacità dei nostri alleati.
Caratteristiche: Carisma alle stelle, per il resto niente di troppo basso.
Talenti: Serve autorità, poi si possono guardare i vari talenti di Leadership [Li trovate in Heroes of Battle] e sceglierne uno qualunque.
Equipaggiamento: Corona d’alloro +4 al carisma. Battute a parte non ci serve nulla per rendere il personaggio.
 
Varianti e Considerazioni:
Se il master è permissivo potremmo usare Song of the White Raven [Tome of Battle] facendola funzionare sull’Ispirare Coraggio del Tattico Leggendario, anche se non sarebbe possibile, da regolamento. Allo stesso modo tutti i talenti che potenziano la musica bardica potrebbero funzionare su questo Ispirare Coraggio, con un master non fiscale.
Se il master proprio non concede il crusader, ripieghiamo su un Maresciallo Guerriero. Se non possiamo usare il Tattico Leggendario, possiamo prendere il Signore della Guerra [Il Pugno e la Spada] o il Legendary Leader [Heroes of Battle].
Se vogliamo dare un taglio atipico, possiamo prendere dei livelli da chierico (ricordiamoci che Cesare fu Pontefice Massimo!) e intraprendere la CdP del Cavaliere della Rosa [Dragonlance – Ambientazione], oppure la versione della medesima classe apparsa su Knightly Order of Ansalon, che non prevede il lancio di incantesimi divini.
In alternativa potreste prendere qualche livello da bardo, usando l’arte oratoria per attivare la Musica Bardica (Ringraziamo Ernesto Amatruda per il suggerimento!).
Come sempre quando si tratta di replicare una sola capacità (e non particolarmente astrusa) la faccenda si fa molto semplice.
 

Se vi siete fatti prendere dall’euforia e vi interessa sapere come organizzare una legione romana in salsa fantasy e D&D, date uno sguardo qui.  Oppure potreste guardare la recensione di Lex Arcana, cioè un GdR italiano ambientato nell’Impero Romano.

La sfida è chiara: ogni personaggio è replicabile

Durante la stesura di questa scheda ho provato a non farmi influenzare da questo:
Il compleanno di Asterix & Obelix. L’albo d’oro
Spero di esserci riuscito.

Lascia un commento