Freakazoid – Cartone demenziale anni 90

Oggi parleremo di questo fantastico cartone animato. Per chi non lo conoscesse… come sarebbe a dire che non lo conoscete? Ma siete matti? Cosa facevate da piccoli? Correte a studiare!

Freakazoid
Che ragazzo straordinario!

In realtà al momento è difficile reperire più di un paio di puntate in italiano di questo cartone a dir poco fantastico, quindi vi toccherà di accontentarvi della mia descrizione (oppure ve lo guardate in inglese, altrimenti riuscite in qualche modo a trovarlo nei meandri oscure del web)

TRAMA

A proposito di web, questo cartone è partorito nel pieno degli anni ’90, per cui internet era un’entità aliena e dai poteri infiniti. Ad esempio un paio di anni prima era uscita una serie TV di dubbio gusto come Super Human Samurai, in cui il protagonista poteva entrare in internet per combattere il Male. Una sorta di Power Ranger in salsa tecnologia; non lo guardo da anni, ma credo di poterlo consigliare a tutti gli amanti del trash. Dunque Tom Rueggar, autore della serie, gioca su questi temi, esasperandoli. Il protagonista, Dexter, è un giovane appassionato di computer vittima di una casualità imprevedibile: installa un chip difettoso nel suo PC ed in seguito il suo gatto, camminando sulla tastiera, digita una precisa stringa di comandi, in seguito alla quale il giovane viene risucchiato dentro internet e risputato sotto forma di supereroe. Tra i suoi poteri può annoverare la super forza, la super velocità, ma soprattutto la super demenza. Può infatti inseguire il super cattivo cercando di stanarlo leggendogli una poesia, confondere Pearl Harbor con la Norvegia, lanciare i consigli per gli acquisti e altro ancora! Ma forse la sigla chiarirà meglio le cose.

PERSONAGGI

Freakazoid è l’indiscusso protagonista, scalzando vigorosamente dal primato il suo alter-ego Dexter Douglas (entrambi doppiati da Vittorio Guerrieri). I due rappresentano e scimmiottano la classica dicotomia che caratterizza i personaggi che diventano eroi: mentre il primo è esuberante, estroverso e impetuoso, Dexter è un po’ il nerd per antonomasia.
Al loro fianco abbiamo la famiglia Douglas, con tanto di fratellone bullo, Duncan Douglas (doppiato da Massimiliano Alto).
Ad aiutarlo nella lotta contro Gutierrez abbiamo il sergente Mike Cosgrove (caricatura di tutti gli anziani poliziotti amici degli eroi) e Roddy MacStew, uno stravagante scozzese con tanto di kilt e tipico berretto in tartan. Ma non vorrei anticiparvi troppo, che poi non vi impegnate a cercare puntate e quindi non me le passate.

Per oggi abbiamo finito.
Disegno: 7/10. Gradevole, permette di apprezzare il resto.
Doppiaggio: 8/10. Voci azzeccate e calzanti.
Trama: 8/10. Ovviamente la trama non è appassionante o sconvolgente, ma serve a massimizzare la comicità.
Personaggi: 8,5/10. La folle demenzialità del protagonista regge interamente la serie. Può essere stancante se non vi piace il genere, ma in quel caso dovete bruciare come eretici.
Stile: 9/10. La costante comicità insensata è il vero punto di forza del cartone.

Purtroppo non si trova in italiano in nessun modo.
L’unica è andare di inglese: Freakazoid: Complete First Season [Edizione: Stati Uniti]

Se vi è piaciuta la recensione, potete cercarne altre nel settore cartoni e anime.

Lascia un commento