Thundercats – Supereroi felini sconosciuti

Come dimenticare Lion-O e gli altri Thundercats? Per la maggior parte delle persone è praticamente impossibile essendo che…non li hanno mai visti. Parliamo ovviamente della serie originale sbarcata in Italia nel 1989, non di quella robaccia moderna che, da bravo vecchio autistico, mi rifiuto categoricamente di vedere.

Risultati immagini per thundercats
Ecco tutti i Thundercats al completo, anzi c’è pure troppa gente.

Trama

I Thundercats devono abbandonare il loro pianeta distrutto (Thundera). Purtroppo dei mutanti desiderano alcuni oggetti potentissimi in loro possesso (fondamentalmente la spada del protagonista Lion-O) e attaccano la loro flotta, distruggendone la maggior parte. I pochi superstiti atterrano su un pianeta (e qui evito di dilungarmi sulla stranezza del loro capo che in una cella criogenica diventa adulto, muscoloso, allenato al combattimento ecc) e vi installano la loro base.

Purtroppo anche una parte dei mutanti compie un atterraggio di fortuna sul medesimo corpo celeste, restando tuttavia isolata dal resto del gruppo. A questo punto iniziano a tentare malamente di sconfiggere i Thundercats e di sottrarre loro gli oggetti di cui prima, anche grazie al loro nuovo alleato: Mumm-Ra, il Sommo Sacerdote Immortale. Una sorta di stregone mummificato con velleità di dominio universali.  

Personaggi

Lion-O: Il giovane capo dei Thundercats, possiede la mitica spada della Veggenza in cui è incastonato l’Occhio di Thundera. Questa può allungarsi al momento del bisogno (rendendola ancor più fallica di quanto una normale spada già non sia) e inviare un segnale a tutti gli altri Thundercats che al confronto Batman è un dilettante.

Panthro: Il meccanico del gruppo, una sorta di incrocio tra MacGyver e una sottospecie di Vandamme armato di nunchaku. È anche il pilota del Thundercarro. Meglio di MacGyver, quasi.

Cheetara: Velocissima e agile, combatte grazie a un bastone allungabile, probabilmente lo stesso modello di Goku.

Tygra: Combatte con una frusta speciale, dotata di un incredibile potere: può renderlo invisibile!

Wiley Kit & Wiley Kat: I due giovani Thundercats servono per combinare guai e attrarre il pubblico di giovanissimi. Girano su due bellissimi skate antigravitazionali, in modo da massimizzare la capacità di catalizzare disastri.

Snarf: La mascotte del gruppo. Una sorta di gatto non propriamente antropomorfo che adora dormire, mangiare ed emulare Garfield.

Jaga: Il predecessore di Lion-O, era il più anziano del gruppo, ma è morto durante il viaggio. Tuttavia ogni tanto compare sotto forma di fantasma per consigliare Lion-O e
per dirgli di stare lontano dal lato oscuro (sì, ricorda un po’ Obi-Wan con Skywalker).

Valutazioni

Disegno: 8/10. Personalmente preferisco i manga e avrei dato un voto più basso, tuttavia il disegno è valido.
Doppiaggio: 7,5/10. Non ci sono scene particolarmente intense, ma i doppiatori fanno il loro sporco lavoro come si deve.
Trama: 6/10. Ci sono i soliti piccoli “buchi” che ci si aspetta in un cartone per bambini e nulla di particolarmente originale a sollevare la valutazione.
Personaggi: 7/10. Sono vari e ben differenziati e caratterizzati. Non si può dare un voto maggiore, perchè non c’è nulla di originale e lo spessore psicologico è assente.

Purtroppo questo non si trova in italiano manco a piangere. Al massimo in inglese: Thundercats Series 1 & 2 (Box Set) [Edizione: Regno Unito] [Edizione: Regno Unito]



Se vi è piaciuta questa recensione, potreste sfogliare le altre della sezione Cartoni & Anime.

Lascia un commento