Harambe in Pathfinder

Devo forse spiegare chi è Harambe? Insomma, è il miglior meme del 2016, mica noccioline.
Se cercate la versione per D&D 3.5, andate QUI.

Risultato immagini per harambe meme
Harambe salva più di ctrl+S

Punti salienti: Un gorilla buono e leale. Ha provato difendere e proteggere un bambino caduto nel recinto delle scimmie. Però alla fine è stato ucciso mentre faceva ciò in cui credeva. Un’eroe contemporaneo.
Valutazione livello: Lo so che lo vorreste di livello 20, grado divino 10. Però è stato ucciso da una fucilata, quindi livello 6 e non piangete troppo. Questo all’epoca dei fatti, poi vi darò due suggerimenti su come avanzarlo a causa degli sviluppi successivi.

Scheda

Suggerimento build:
Razza: Vanara. dai, non poteva essere una semplice scimmia, no?

Classi: Paladino 3 Cavaliere (Honor Guard, Order: Shield). In questo modo avrà la giusta levatura morale, potrà usare la sua imposizione delle mani per curare i poveri bambini feriti e il suo evidente carisma gli sarà utile per punire i miscredenti non animalisti.

Col Cavaliere potrà frapporsi, perchè ovviamente il proiettile era destinato a lui, ma al bambino, però immolandosi per la causa l’ha salvato.

Caratteristiche: Ha anapoditticamente le medesime caratteristiche necessarie a un gorilla paladino.

Talenti: Non ci serve null’altro.

Equipaggiamento: Lapalissianamente è un gorilla, non possiede nulla, a parte la dignità e l’onore.

Varianti e considerazioni:

Se volete cambiare un livello da Paladino con uno da Monaco, potreste aumentare l’efficacia nel combattimento a mani nude.

Se non vi piace il Vanara, non vi preoccupate, fate l’umano e non depilatevi. Ma chi se ne accorge?

Per quanto riguarda l’avanzamento, inequivocabilmente dopo la morte Harambe assurgerà allo status di Eroe Mitico. Io sceglierei Marshal, poi prenderei Display of Charisma, Interplanar Prestige e tutti i poteri di autorità vari, in modo da poter convincere tutti a postare i meme con la nostra effige.

Ogni personaggio è replicabile in Pathfinder?

Lascia un commento