Uccidere Boccob prima dei Livelli Epici – D&D 3.5

Sconfiggere divinità maggiori in grado di lanciare incantesimi arcani, quindi anche Celerity. Ho tirato in ballo il povero Boccob, che in realtà è intermedio, come Wee Jas. Talja probabilmete è la divinità più potente, però non lancia incantesimi arcani. Quindi per capirci potremmo pescare Iside.

Risultato immagini per boccob"
Guardate che carino; è un peccato ammazzare proprio Boccob.

Se vi divertono queste cose, sfogliate le altre build della rubrica.

Ripeto (come ho fatto sempre, fino alla nausea), che qua si parla di esercizi di ottimizzazione, non fatelo a casa in campagna, ragazzi (a meno che non siate tutti d’accordo nel creare pg ignoranti)!

Iside comunque è apparentemente tosta, praticamente imbattibile. 20 livelli da maga e 20 da chierica. Grado divino 17. CA 77, PF 940, poi tutti i poteri da divinità maggiore: tira sempre dei 20 sul dado, immunità a varie cose, aura divina che blocca le azioni, capacità di replicare Desiderio volontà, possibilità di uccidere i mortali senza tiro salvezza, inizia sempre per prima…  vediamo che cosa riuscirà a fare Mario, lo Psion Solitario.

Egitto, Donna, Regina, Nefertiti, Cleopatra, Anubis
Tizia egiziana a caso che fingerà di rappresentare Iside

Mario – lo Psion Solitario

Mario andava sempre all’avventura da solo. Che tristezza. Provava a chiedere ai suoi amici “vieni a fare un dungeon con me?”, ma riceveva sempre una marea di risposte di diniego: “eh, mi spiace, sono stanco morto”, “scusa, ma devo lavorare”, “ma con questo bel tempo tu vuoi andarti a chiudere in un dungeon?”, “mi spiace, ma c’è la mia fidanzata a casa e ne approfitto per stare con lei” e via dicendo.

Mario era estremamente frustrato da questa situazione, quindi decise di intraprendere una delle carriere più rischiose* per uno psion: l’Asservitore!

Scheda

Razza: Umano, così possiamo empatizzare più facilmente con la sua sofferenza.

Classe: Erudite Spell to Power 10 [WEB], Thrallherd 10 [Expanded Psionic Hanbook].

L’Erudite Spell to Power è un tier 1, tendente al tier 0 (i tier sono spiegati qui), ma non è questo il punto.

Il Thrallherd ci dà in pratica la versione forte di Autorità, questo è il motivo per cui siamo di fronte alla CdP più forte del gioco. Però è talmente forte che nessuno la usa davvero nelle campagne.

* Per questo è rischiosa: il master vi ucciderà. Non il personaggio. Ucciderà proprio voi.

Strategia

Morale della favola, abbiamo un gregario lvl 19 e uno lvl 18. A questo punto il lvl 19 potrebbe essere un nuovo Thrallherd, se vogliamo forzare la mano ed avere maggiori sicurezze. Poi potremmo darci dentro con tutti i talenti di Autorità vari, sia per noi che per i nostri gregari, in modo da presentarci con un esercito. Però dovrebbe bastare Mario, accompagnato da due PNG strutturati come Paolo Pietro, quindi di lvl 18.

A questo punto (avrete già capito), appena Iside proverà a farci qualsiasi cosa, Paolo Pietro 1 lancerà Celerity. Lei proverà a lanciare Celerity per bloccarlo, ma a questo punto noi con Sense Danger + Synchronicity potremmo bloccarla. (adoro questa combo, ne ho parlato in esteso qui)

Se anche lei avesse una Contingenza, il secondo Paolo Pietro potrebbe bloccare l’attivazione usando Celerity. Se per caso avesse altri trucchetti del genere non previsti, potremmo usare gli altri gregari.

Insomma, semplicemente ci richiamiamo al caso del combattimento con Pelor, ed il gioco è fatto.

Problemi

I problemi sono gli stessi della versione precedente: la divinità potrebbe conoscere in anticipo il nostro piano e ucciderci quando siamo ancora impreparati.

Poi, ok, stiamo barando. Avevo detto che ce l’avrebbe fatta da solo, ma non è davvero solo. Però di fatto i suoi gregari sono frutto di capacità di classe (o talenti, se vogliamo esagerare), quindi non è veramente un gruppo.



No, gli psion non rompono il gioco, DAVVERO, poi se volete sfogliare una guida ai loro poteri, eccola.

Se dopo tutta questa ottimizzazione vi è venuta la nausea, provate a leggere due BG, per ripristinare il normale PH.

Debolezza del Tarrasque in D&D 5e

Nonostante nell’articoletto precedente io avessi specificato almeno due volte che non volevo creare una build fortissima per uccidere il Tarrasque a livello 4, vantandomi della mia bravura, sono sorti ugualmente fraintendimenti. Cerco quindi di dipanare la situazione. Cerchiamo quindi di capire perchè il Tarrasque è un mostro progettato male e inefficace per il suo livello.

File:TarasqueStatue.jpg - Wikimedia Commons
Diciamo che il Tarrasque di D&D potevano serenamente farlo con questa faccia da stupido, tanto non è un nemico minaccioso

Debolezza del Tarrasque rispetto D&D 3.5 e Pathfinder

Il confronto sorge spontaneo. In 3.5 era fatto un po’ meglio, infatti aveva una notevole rigenerazione (che vanificava qualsiasi tentativo di batterlo tramite stillicidio di piccoli danni). Inoltre per farlo “rimanere morto” serviva un Desiderio, il che richiedeva qualche accorgimento per pg di livello inferiore al 17.

In Pathfinder era fatto anche meglio (non sono un fan sfegatato di Path, il mio confronto tra le edizioni l’ho espresso già QUI), poiché possedeva uno scatto rapido, un salto portentoso e la capacità di lanciare spine.
Inoltre non ci sono metodi codificati per ucciderlo definitivamente (poi i modi ci sono), quindi la battaglia è decisamente più aspra.

Possibilità di migliorare il Tarrasque

Se anche voi avete un feticismo verso questo bestione e pensate che sia troppo debole in certe circostanze, oltre a ricorrere a mezzi di ambientazione per limitare le scelte dei personaggi (terreno difficile per non scappare, tempi ristretti per non riuscire a usare dei mordi e fuggi, spazi angusti per costringerli a non volare…) potreste pensare di usare alcune delle capacità che il bestione possedeva nelle vecchie edizioni.

Altrimenti si potrebbe considerare l’aggiunta di una velocità di scavare. Questo gli permetterebbe di sfuggire dagli avversari pericolosi, oltre a dargli la possibilità di crearsi da solo una tana sotterranea, in attinenza con le aspettative.

Certo, il Grado di Sfida andrebbe ribilanciato. Però a conti fatti 30 è davvero troppo alto.

Battere seriamente il Tarrasque a livelli bassi

Quelle di livello 4 e 5 sono palesemente delle provocazioni. A nessuno verrebbe in mente di utilizzarle realmente in campagna, nessun master farebbe mai incontrare il Tarry a quei livelli, eccetera.

Poniamo però che un master (inesperto) lo voglia usare contro un gruppo di livello basso. Magari per spaventarli, costringerli a una fuga o per qualsiasi altro motivo di trama.

Mettiamo che ci siano 4 pg di livello 13. Dovrebbe essere insormontabile come sfida.

Invece il mago lancia volare. Usando uno slot di livello 6 lo fa su tutti. Quindi si inizia a bersagliare il Tarry.
Certo, se non ci fosse nemmeno un arciere nel gruppo, probabilmente le frecce in loro possesso non basterebbero (basterebbe essere preparati o avere il tempo di andare a far la spesa, nulla di trascendentale).

Ma se invece avessero questa semplice fortuna, avremmo (vi beccate anche ora un po’ di matematica) che una freccia infligge 1d8+5 (des)+1(magica) danni e al colpire potrebbe avere 5 (prof) + 5 (des) +1 (mag) +2 (archery) = 13 (escludendo potenziamenti magici da parte degli altri membri del gruppo).
Quindi per ucciderlo gli servirebbero circa 130 frecce, alle quali andrebbero sottratti i danni inflitti dagli altri membri del gruppo.
L’operazione richiederebbe meno di 5 minuti. Forse 3.

Ora, è inutile protestare dicendo che un master dovrebbe saper come riequilibrare la situazione, che dovrebbe inventarsi delle contromosse o contromisure.

In parte è vero, ma, d’altronde, questo non sarebbe compito del master, ma dei game designer, i quali avrebbero dovuto inserire capacità ragionevoli a uno dei mostri più famosi del gioco.

Questo anche per evitare che certi master, presi dalla foga di voler controbattere, non sapendo come improvvisare, tirino fuori dal cilindro capacità inverosimili, come lanciare alberi con precisione a decine e decine di metri o far creare uragani con colpi di coda; oppure che inizino a far guastare armi, producano ictus ingiustificati ai personaggi, oppure si mettano a strillare e a chiamare la mammina.

Spero a questo punto di esser stato chiaro, come disse Michael Jackson.

Se volete leggere altre cose sulla quinta edizione, accomodatevi.

Magari invece volete trovare un gruppo in cui provare davvero a uccidere il tarry a livelli bassi…Ecco i consigli migliori per trovare giocatori, sia online che dal vivo.

Uccidere il Tarrasque a Bassi Livelli in D&D 5e

Andiamo, chi non sogna di sconfiggere il mostro più forte e famoso del manuale dei mostri? Certo, CA alta, danni enormi, tanti punti ferita, immunità e resistenze varie. Come possiamo fare a sconfiggere o anche solo combattere una creatura del genere senza essere uccisi? Lo chiamiamo terrasque e speriamo muoia di infarto? Oppure facciamo una scheda basandoci su una build bizzarra?

Come abbiamo già scritto per gli altri articoli di questa rubrica, non si parla di combattimenti inseriti in campagne standard, ma piuttosto si tratta di giocare un po’ con le regole e la matematica.

Se vi interessa uccidere il Tarrasque in Pathfinder, andate QUI. Se invece volevate proprio la quinta edizione, beh, continuate a leggere.

In Pathfinder il Tarrasque è forte, ma non così spaventoso.

Link

Uccidere il Tarrasque a livello 4

Lo so, non vi scaldate. So bene che parliamo di un incontro Deadly per 6 personaggi di livello 20.
Però evidentemente alla Wizard of the Coast hanno dei problemi con Big Tarry. Poi ci sono certe stiracchiature.

Unno Dinoi – Mago triste

Unno Dinoi è stato bandito dalla sua tribù di cavallerizzi finché non si dimostrerà degno, cacciando una grossa preda da solo. Non essendo molto sveglio ha deciso di cimentarsi contro il Tarrasque, ma non lo si può certo battere a livello 4, no?

Scheda e procedura

Umano [Variante con Talento]
Mago 4
Talento: Sharpshooter, Weapon Master
Equipaggiamento: Ci basta un arco e un cavallo

Ecco tutto.
Ora dobbiamo semplicemente vedere il Tarrasque da lontano (non dovrebbe essere difficile, no?), poi appena è a portata ci lanciamo Magic Weapon sull’arco lungo e iniziamo ad attaccarlo. Certo, lo colpiremo solo una volta ogni 20, ma non importa, perchè possiamo usare la cavalcatura per fare un Dash, quindi il tarrasque non ci può raggiungere (anche usando le azioni leggendarie non eguaglia la nostra velocità).

Ogni freccia farà circa 23 danni (prendiamo il -5 al colpire e consideriamo che colpendo col 20 e basta, l’attacco sarà per forza critico).
Quindi con 6-700 frecce dovremmo riuscire ad abbatterlo.

Se non ci dovesse bastare il potenziamento sull’arma, siamo di livello sufficientemente alto per lanciarlo nuovamente.

Ora Unno Dinoi potrà essere accolto nella tribù con i suoi amici che inneggiano “sei uno di noi!”. Sì, lo so: è una battuta disgustosa.

Ok, capisco che girare con quel numero di frecce correndo avanti e indietro per un’ora potrebbe essere eccessivo. Alziamo leggermente il livello e cerchiamo di risolvere.

Battere il Tarrasque a livello 5

Non siamo saliti molto, eh, però dovrebbe essere sufficiente.

Unno Dinoi – Paladino, ma carino

La tecnica è la stessa, quindi non stiamo a sottilizzare: Unno Dinoi è sempre lui.

Scheda e Tattica

Paladino 5
Umano
Talento: Sharpshooter
Equipaggiamento: Ci basta un arco e un cavallo


Il trucco è sempre quello, ci basiamo sul fatto che il nostro avversario è grande come la noia di riscrivere tutto uguale, ci buffiamo e attacchiamo.

Però questa volta il nostro colpire sarà 3 (prof.) + 4 (des) +1 (arma magica) = 8. Quindi colpiamo col 17.
9,5 danni di media, considerando che il 20 è sempre critico, abbiamo 2 danni (abbondanti) di media per freccia scagliata.

Quindi con 330 frecce dovremmo essere a posto. In più consideriamo che ne scagliamo 2 a round, quindi in 15/20 minuti dovremmo aver concluso.

Se vi sembra ancora troppo…beh, non rifaccio 100 versioni della stessa scheda, ma chiaramente con qualche livello extra sale destrezza e competenza, quindi il colpire e i danni, con qualche livello da Fighter prendiamo la specializzazione nell’arco e volendo proseguiamo un po’ col Champion. Volendo possiamo anche tralasciare il Paladino, se pensiamo di poter già avere un’arma magica per conto nostro.
Ecco, si può notare subito che con qualche altro livello si riducono drasticamente il numero di frecce e round necessari.

Uccidere il Tarrasque senza cavallo – Livello 9

Oh! Qual prodigio è mai questo? In realtà cambia poco, come vedremo.

Zoccoli di Gomma

Questo centauro ha gli zoccoli morbidissimi, quasi puccettosi, a causa di una tremenda maledizione. Si sente triste e sconfortato e l’unico modo per liberarsi dal sortilegio è (indovinate un po’) mangiarsi la milza del Tarrasque.

Scheda e Strategia

Centauro [Ravnica]
Ladro 4 Mago 4 Guerriero 1
Talenti: Mobile, Sharpshooter
Equipaggiamento: Il solito arco

Avrete già capito, suppongo.
La strategia è la stessa, solo che invece di avere un cavallo…siamo noi il cavallo! La nostra velocità è infatti di 50 piedi, abbastanza per non farci mai raggiungere dal Tarrasque e bersagliarlo di frecce, grazie al fatto che, essendo ladri, possiamo usare il Dash come azione Bonus.

Inoltre avendo messo un livello da Fighter, il nostro colpire sarà considerevole: +4 (prof) + 3 (des) + 1 (arma) +2 (Fighter) = 10. Stavolta colpiamo con un 15!

Visto da qua in alto il Tarrasque sembra una formica

Qua non mi dilungo, altrimenti vi annoio troppo. Però se avete un arco magico e l’incantesimo volare, vi basta andare sopra al bestione e infilzarlo lentamente.
Altrimenti se il master è così pazzo da farvi usare come razza l’Aarakocra, potete anche evitare gli incantesimi.

Considerazioni e Opinioni

Non sto suggerendo di farlo davvero in campagna (sì, mi ripeto, perchè la gente non legge e mi insulta) e non voglio nemmeno dirvi “guardate come sono bravo”.

In fin dei conti per uccidere il Big Tarry non servono opzioni contorte e risorse bizzarre. Basta tenerlo lontano e crivellarlo.

Quindi lo scopo è mostrare a tutti voi che la forza di un mostro non la si può misurare esclusivamente in termini di PF, CA, danni e TS. Perchè altrimenti succedono ridicolaggini come questa (questione che riecheggia un po’ la vecchia divisione in tier della 3.5, che se non conoscete trovate QUI)

All’aumentare del livello di un mostro, dovrebbero crescere anche le sue opzioni tattiche, mentre questo stupido bestione ha una sola azione: avvicinarsi e attaccare in mischia. Punto.

Siete ancora “indinniati”? Ok, allora leggete l’approfondimento e chiarificazione ulteriore.

Per oggi è tutto, se vi divertono questi approcci, potete sfogliarli anche per Rolemaster (QUI) o Stormbringer (QUI). Oppure guardate cosa c’è di bello nella sezione D&D 5e.

Magari invece volete un altro genere di approfondimento e cercate Teorie sui Giochi di Ruolo

Uccidere Pelor prima dei Livelli Epici – Sconfiggere Divinità Maggiori in D&D 3.5

Perchè sconfiggere proprio Pelor tra tutte le divinità Maggiori di Dei e Semidei? Perchè PORCO PELOR ora e per sempre! Comunque l’ho scelto anche perchè è un dio con un grado divino elevato ed è apparentemente una sfida insormontabile per un PG di D&D 3.5 che non sia ancora ai livelli epici. Noi oggi ci proveremo a livello 18.

La scheda di Pelor non si trova online, quindi dovrete aprire il manuale. Vi anticipo che si tratta di un bestione dalle capacità davvero considerevoli:
1000 punti ferita, CA 73, RI 49, tiri salvezza tutti sopra al 50, incantesimi da chierico… Poi ci sono i poteri da divinità: tira sempre dei 20 sul dado, immunità a varie cose, aura divina che blocca le azioni, capacità di replicare Desiderio a volontà, possibilità di uccidere i mortali senza tiro salvezza… Insomma, pare il più forte degli avversari incontrati finora.

Pelor | Greyhawk Wiki | Fandom
Se non sapete di chi parlo: questo è Pelor, il dio più bestemmiato di D&D

Ok, sembra davvero una sfida insormontabile, come faremo? Ci pensa Paolo Piero.

Paolo Piero, il Pauerpleier detto Powerplayer

Background: Paolo Piero ha studiato le arti arcane. Non perchè gli piacessero (lui voleva fare il Rodomonte), ma perchè papà l’ha obbligato, in quanto era la carriera più sicura. Per lo stesso motivo l’ha mandato nella specializzazione più ambita e prestigiosa di tutte: gli Incantatrix. Paolo Pietro è molto triste, ma in compenso è diventato fortissimo.

Scheda

Classi: Mago 5 Incantatrix [Player’s Guide to Faerun] 10 Wyrm Wizard [Dragon Magic] 2.

Razza: Va bene l’umano, che ci facciamo un talento extra.

Talenti: Incantesimi Estesi, Incantesimi Persistenti [Perfetto Sacerdote], Incantesimi Potenziati, Incantesimi Massimizzati, Easy Metamagic (Massimizzati) [Dragon #325], Incantesimi Rapidi, Easy Metamagic (Rapidi), Easy Metamagic (Persistenti), Creare Bastoni, Oggetto Famiglio [Arcani Rivelati], Abilità focalizzata (sapienza Magica), Arcane Thesis [Complete Mage]

Equipaggiamento: Dobbiamo creare un bastone di Maw of Chaos [Spell Compendium]. Poi ci servono una verga degli incantesimi potenziati maggiori, e un paio di oggetti citati dopo.

Combattimento

Considerazioni: I più smaliziati avranno già capito il piano.
Ci avviciniamo a Pelor con noncuranza. Iniziamo una qualche azione offensiva e lui ci attaccherà per primo, perchè non posiamo battere in nessun modo la sua iniziativa.

Quindi? Siamo morti? No. Passo indietro.

Al mattino ci siamo sbizzarriti. Laciamo Foresight (Previsione) e lo rendiamo persistente con la capacità da Incantatrix. La CD è 18+(9+6-2)x3= 57.
Noi in Sap.Mag. abbiamo 20 gradi+20 dati dall’oggetto famiglio e un +10 int. 50. Aggiungiamo abilità focalizzata e un buff a caso, come Eroismo e siamo al successo automatico.

In realtà dopo aver fatto questi conti ho visto che l’Incantatrix può applicare al volo un talento di metamagia ben due volte al giorno e non una, quindi non ci serviva fare questa roba, ma ormai è fatta e risparmiamo risorse.

Ecco, ritorniamo a Pelor, lui sta per attivare l’aura divina per incapacitarci, oppure ci vuole uccidere, ma noi usiamo Celerity [Palyer’s Handbook II]. Con l’azione così ottenuta possiamo usare Fermare il Tempo.

Quando scatta il round di frastornamento di Celerity? Durante il primo Round di Fermare il Tempo? Dopo? Ci è indifferente.

Tanto noi lo lanciamo massimizzato (potere da Incantatrix) e potenziato (con la verga). Quindi parliamo di 6 round minimo.

In questi round iniziamo con un bel Assay Spell Resistance [Perfetto Arcanista] (anche se potremmo averlo tranquillamente messo dentro una bella Contingenza) e poi iniziamo ad attaccarlo con Maw of Chaos (ovviamente non possiamo attaccare durante fermare il tempo, ma Maw of Chaos ha durata, quindi rimarrà nell’area e inizierà a fare danni al termine di Fermare il Tempo). Però il nostro livello incantatore anche così potenziato non ci permetterà di superare la Resistenza Incantesimi! Siamo perduti? Ovviamente no, scatta il secondo flashback.

Abbiamo persistito un altro incantesimo. Il terribilmente noto e insultato Consumptive Field, ovviamente poi lo persistiamo. Questo simpatico incantesimo ci permette di aumentare il nostro livello incantatore del 50%. Facciamo di nuovo un po’ di matematica. Certo, sarebbe da Chierico, ma tanto lo possiamo prendere col Wyrm Wizard.

17+2 Agony [Fosche Tenebre] + 1 Prisma Arancione + 1 Ring of Arcane Might [Magic Item Compendium] + 2 Arcane Thesis + 1 Create Magic Tattoo [Spell Compendium] + 2 Spell Enhancer [Spell Compendium] + 5 Suffer the Flesh [Magic of Eberron] (che persistiamo) + 1 Channel the Mishtai, Greater [Magic of Incarnum] (e anche questo va persistito) = 32. Quindi abbiamo un +16

Dunque il nostro CL quando lanciamo Maw of Chaos sarà 17+16 + 1 (prisma) + 1 (ring of AM) + 1 (tattoo) + 5 ( suffer flesh) + 1 (mishtai) = 42

Torniamo a Pelor. Superiamo in automatico la sua RI e quindi lo bombardiamo di Maw of Chaos. Possiamo applicare al volo talenti di metamagia su bastoni e bacchette, ci basta spendere più slot.

Ogni round useremo 1 MoC massimizzato e potenziato (3 cariche) e uno potenziato massimizzato rapido (5 cariche), quindi 8 cariche a round. Per 5 round siamo a 40. Perfetto. Ultimo sforzo di matematica e calcoliamo i danni.

42d6 di base. Massimizzati sono 252 + 21d6 per il potenziato, quindi altri 73 danni di media. 325 danni per 10 incantesimi lanciati: 3250. Li dimezzerà tutti, ok. Non c’è problema. 1625. Visto che ha 1000 punti ferita, direi che siamo a posto anche se dovessimo mantenere una media molto bassa.

Quindi Paolo Pietro avrà sicuramente l’approvazione di papà. Siete felici per lui?

Problemi

Non abbiamo nessun modo per sorprendere Pelor, il quale potrebbe facilmente intuire il nostro piano con anticipo e attaccarci nel momento in cui ci scade Previsione e ancora dobbiamo rinnovarla. Però di norma gli dei hanno altro da fare, no?

Problema 2: alcuni credono che non si possano applicare i massimizzati e potenziati a Fermare il Tempo. Li vogliamo accontentare anche se palesemente sbagliano?

Prendiamo come talenti Twin Spell [Complete Arcane] e Repeat Spell [Complete Arcane]. In questo modo nel primo round ne lanciamo 4 e nel secondo 8. Quindi anche con la durata minima di Fermare il Tempo siamo a posto, abbiamo anche consumato meno cariche.

Se poi non abbiamo due round perchè pensate che il primo round di frastornamento causato da Celerity sia da applicare nel primo round di fermare il tempo, allora abbiamo due vie: 1 renderci immuni alla condizione frastornato; 2 lanciare ancor più incantesimi grazie a Ocular Spell [Lord of Madness].

Problema 3: qua si parla del Pelor così come è presentato sul manuale. Se si fosse impegnato anche solo un poco, magari usando Miracolo per crearsi delle protezioni, o anche solo comprando equipaggiamento adatto al suo livello, la sfida sarebbe insormontabile per Paolo Pietro, condannandolo e un’eternità di disprezzo da parte del severo padre.

Conclusioni

Questa build va bene per sconfiggere qualsiasi divinità (Heironeous, Moradin, Kord, Grumsh…) inferiore, intermedia o maggiore che non possa a sua volta lanciare Celerity o usare Contingenza. In quel caso lasciatemi il tempo di fare qualcosa di ancora più scabroso di questo schifo.

Stavolta per riuscire nell’impresa ho dovuto scomodare una classe Tier 1 e una delle 3 CdP più forti del gioco. Che si può fare di peggio?

Attenzione

Ovviamente non suggerisco di fare queste robe in campagna, né mi sognerei di giocare in un’avventura “normale” un personaggio de(l )genere. Si tratta solo di un gioco matematico di ottimizzazione sfrenata, per mettere in luce le criticità del sistema e farsi un paio di risate.

Insomma, non fatelo a casa, ragazzi.

Se vi piace il genere, controllate gli altri personaggi che uccidono mostri grossi a livelli bassi in D&D 3.5 e Pathfinder.

Altrimenti per approcci del genere in altri giochi, potreste guardare una build ottimizzata in Rolemaster o una costruzione interessante in Cyberpunk.

Se volete curiosare gli incantesimi migliori per ogni classe, invece cliccate pure QUI.

Se invece vi siete stancati di ottimizzazioni, ci sono sempre i Background.

Uccidere un Hecatoncheires a livelli bassi D&D 3.5

Hecatoncheires, più facile batterlo che scriverlo bene. Hecatonchiro, Hecacoso, Hecatonchiers, Hecatoncheres, Hecatoncoso, insomma, quel mostro grosso con 100 braccia pieno di spade che sta sul Manuale dei Livelli epici e ha un GS spropositato (57), anzi dovrebbe essere il GS più alto di tutto D&D 3.5 (se escludiamo i draghi, che non hanno però una scheda completa). Vediamo la scheda di personaggi in grado di batterlo.

Se non lo ricordate a memoria, sappiate che potete trovarlo QUI. fonte ufficiale e aggiornata alla 3.5.

Sembra un avversario veramente temibile, 1000 PF, Riduzione del Danno mostruosa, Resistenza Incantesimi altissima, Rigenerazione, Immunità varie… wow! Sembra proprio un mostro strutturato bene, una vera sfida per un gruppo del suo livello.
Se l’avete pensato probabilmente siete ubriachi. Non importa, un po’ di riposo, un caffè e passa tutto.

Risultati immagini per hecatoncheires
Ecco due personaggi epici che fingono che l’Hecatoncheires sia una sfida adeguata al loro livello per non urtare la sensibilità del master.

Link

Uccidere il Bestione Epico a livello 5

Ok, la build è abbastanza stiracchiata e potrebbe urtare la vostra sensibilità.

Scheda – Krukmull il Lancia Schifezze

Razza: Dragonspawn di Krynn [Dragonlance]
Classe: Guerriero.
Talenti: Tiro rapido e combattere con due armi ci aiutano, Tiro Lontano è indispensabile.
Equipaggiamento: Una caterva di Muco Aboleth [Specie Selvagge]. Questo simpatico oggetto può essere lanciato addosso a una creatura e se questa fallisce un TS tempra è soffocata.

Considerazioni: Abbiamo abbastanza muco da riuscire a colpire il centimane un numero di volte sufficiente da aver ottime possibilità che fallisca il TS Tempra. Anche se colpiamo solo con un 20 e lui fallisce solo con l’1.
Ma come fare a bersagliarlo tutto quel tempo? Semplice, basta volare. Certo, vola anche lui, ma solo a 12 metri al turno. Basta lanciare il nostro muco a 30 metri di distanza e siamo a posto.
Certo, lui scaglia i macigni…ma da regolamento pare siano un’arma improvvisata, quindi (lo so che è ridicolo, vi avevo pure avvistato, se protestate ora siete stolti) lo può lanciare a soli 15 metri di distanza.

Quindi prova a inseguirci, prova a bersagliarci coi sassi, ma non può fare nulla. A un certo punto fallirà un TS e pian piano inizierà a soffocare. Anche se dovesse evocare un suo simile, ci basterà ignorarlo e evitarlo.

Uccidere il gs più alto di D&D 3.5 a lvl 5

Ok, seconda versione. Un filino meno assurda, ma questa volta chiamiamo in causa niente meno che un Tier 0.

Il MacGyver delle pergamene

Classe: Artefice. Il resto non ha alcuna importanza.

Equipaggiamento: Pergamena di gabbia di forza x2. Pergamena di Wall of Water x2 [Spell Compendium].

Sistema: Semplicemente gli lanciate la gabbia di forza e poi lo fate affogare col muro d’acqua. Quando evocherà il suo compare fate lo stesso con lui.

ATTENZIONE: leggendo la tabellina si può vedere bene la Gabbia di Forza è più grande. Però nella descrizione dicono che è più alto. Se vi affidate alla descrizione potreste usare muri di forza e bloccare l’uscita con un tornado (con controllare tempo atmosferico). Dovrebbe funzionare visto che le CD Tempra della tabella non dicono a cosa servano (non dice “tempra nega” o simili, per capirci).

Uccidere l’hecatoncoso a livello 16

Come avrete notato c’è un grosso salto di livello tra la versione precedente e questa. Però ora lo possiamo abbattere senza sfruttare bug del sistema e con un uso estremamente limitato degli incantesimi e un approccio strettamente matematico.

Montale, il Barbaro Immortale

Razza: Umano (per il talento extra, esatto)

Classe: Barbaro 1 Mago 1 Warblade [Tome of Battle] 5 Berserker Furioso [Perfetto Combattente] 4 Warblade 5

Talenti: Iniziativa migliorata (che in aggiunta al famiglio Colibrì e a Nerveskitter [Spell Compendium] ci porta a iniziativa 13+Des, con un paio di oggetti tipo Ring of Anticipation [Drow of Underdark] e Belt of Battle [Magic Item Compendium] dovremmo essere sicuri di vincere senza problemi, al limite abbiamo pure le armi Warning e Eager [Magic Item Compendium]), poi i vari requisiti del Berserker e Better Lucky than Good [Colpete Scoundrel], Robilar Gambit [Player’s Handbook II] e Stormguard Warrior [Tome of Battle].

Incantesimi: Oltre a Nerveskitter per vincere l’iniziativa, ci serve solo una bacchetta di Masochismo [Fosche Tenebre].
Per semplicità di calcolo però presumo che il pg sia di taglia grande (oggetti, incantesimi, archetipi, vedete voi, a livello 17 ci sono talmente tante possibilità che non ho voglia di elencarle).

Equipaggiamento: Uno spadone +5 buono anatema degli esterni malvagi e degli esterni caotici. Guanti del Colpo Fortuito [Manuale delle Miniature].

Metodo: Vediamo il mostro e, vincendo l’iniziativa ci lanciamo Masochismo, poi andiamo in ira e ci avviciniamo. Lui ci attaccherà e ci farà 20 attacchi (perchè siamo di taglia grande). Possiamo supporre una media di 550 danni, in aggiunta per ogni attacco subiamo 4 danni extra per Robilar Gambit, quindi 630, quindi al nostro prossimo turno avremo un bel +63 al colpire. Inoltre rinunciamo a tutti gli attacchi di opportunità che Robilar Gambit ci avrebbe concesso (possiamo pensare di averne 5 con semplicità) per avere un ulteriore +20 al colpire e +20 ai danni al nostro round grazie a Stormguard Warrior. Comunque non rischiamo di morire perchè abbiamo Ira Immortale grazie al Berserker.

A questo punto utilizziamo Avalanche of Blades [Manovra del Tome of Battle], grazie alla quale attacchiamo finché non manchiamo. Ogni attacco ci dà un -4 al tiro successivo. Visto che superiamo la RD riusciamo a fare una discreta quantità di danni:

2d8 base + 20 (SW) + 1d6 (Punishing Stance) + (Bonus di Forza (Qui avevamo un +17 senza la furia. Possiamo quindi mettere serenamente un +20 e ci stiamo limitando) x1,5 ) 30 + 6d6+9 dato dall’arma, siamo praticamente a 100 danni, quindi 11 attacchi ci bastano.

Effettuiamo l’ultimo con un -40 al colpire.
Considerando che noi avremo un 15 di BAB + 20 di forza + 63 di Masochismo + 20 di SW, anche col malus lo manchiamo solo con l’1.
Per ovviare a questo rischio abbiamo i Guanti del Colpo Frotuito e il Talento del Complete Scoundrel per rirtirarne perfino due.

Quindi nel nostro secondo turno abbiamo sconfitto amabilmente il bestione.

(grazie per i suggerimenti e gli errori che avete trovato!)

Uccidere l’Hecatonchiro a livello 14

Per scrupolo segnalo una versione semplice semplice per ucciderlo qualche livello prima. Lo schema è il medesimo di quella precedente: ci rendiamo immuni ai danni, otteniamo un bonus con masochismo e con Avalanche of Blade lo spappoliamo.

La build però è un po’ più tirata e usa più incantesimi:

Il Vendicatore Mascarato

Facciamo un Chierico 1, Crusader 1, Warblade 3 Ruby Knight Vindicator [Tome of Battle] 8 Warblade 1.

Per immunizzarci ai danni usiamo Delay Death e Beastland Ferocity [Spell Compendium]. Se non possiamo permetterci un’arma costosa come quella di Montale, possiamo usare Allineare Arma e Arma magica Superiore.

A questo punto la tattica è uguale a quella del personaggio precedente. (non sto ad appesantirvi con la matematica in questo caso, ma avendo più incantesimi possiamo fare palesemente più cose)
Buon divertimento.

Se vi piacciono queste sfide, QUA ne trovate altre.

Altrimenti sfogliate pure le guide alle manovre e quelle agli incantesimi, per capire cosa si potrebbe fare di peggio.

Uccidere il Tarrasque a livelli bassi – Pathfinder

Tarrasque, non Terrasque. Poi essendo una leggenda francese, la pronuncia dovrebbe essere “tarrask”. Comunque il punto è come ucciderlo e non solo sconfiggerlo a livelli bassi usando Pathfinder. Sembrerebbe impossibile, visto che hanno rimosso il “trucco” di ucciderlo grazie a Desiderio, come in D&D 3.5. A proposito di D&D, se volete c’è la versione per ucciderlo nella quinta edizione.

Se vi interessano queste cose, che sia per Pathfinder o D&D, QUA trovate gli altri mostri, divinità, creature strane, per le quali sto buildando degli uccisori di basso livello.

Tarrasque's Balloon Ride by rametarin on DeviantArt
Se il Tarrasque sapesse volare, forse sarebbe un po’ più forte…

Sconfiggere il Tarrasque a livello 6

Partiamo dalle basi. In questo modo non lo uccidiamo, ma riusciamo comunque a metterlo KO. Quello che faremo qui ci servirà per le build omicide successive.

Scheda – Balivo, lo Stregone Esplosivo

Razza: Va bene un umano.

Classe: Stregone.

Talenti & Tratti: Incantesimi Estesi e Magical Lineage.

Equipaggiamento: Una pergamena di Volare e una cinquantina di oggetti da “una tonnellata”.

Funzionamento: Usiamo Shrink Item Esteso sui nostri oggetti (mi piace pensarli come degli spadoni giganteschi, alla Gilgamesh), il giorno dopo lo rifacciamo su altri 4 oggetti e via dicendo.
Ci rechiamo dove sappiamo essere il Tarry, usiamo la pergamena di volare, ci posizioniamo a distanza di sicurezza sopra di lui e pronunciamo la parola magica che fa tornare i nostri spadoni alla dimensione originaria. Se cercate la serietà io vi consiglio al mio segnale, scatenate l’inferno, oppure Geronimo!, o anche schiva questo. Altrimenti virate su lancio metamorfosi, trasformando il Tarry in Puntaspilly, o Pochaontas!, ma anche ops, mi è caduto.

Facciamo un filino di matematica. Abbiamo 4 incantesimi al giorno, Shrink Item dura 6 giorni, esteso 12.
Quindi possiamo facilmente presentarci con 52 spadoni., ciascuno dei quali farà 20d6. Da regole il Tarry può schivarli solo se è consapevole. Poniamo lo sia. Dimezzerà, quindi 10d6. 35 danni, contando la riduzione di 15, siamo a 20 danni per oggetto. 20×52= 1040. Circa il doppio dei punti ferita del bestione. Ciao.

Come si può vedere se non possiamo usare il tratto potremmo riuscirci ugualmente, ma per sicurezza sarebbe meglio aspettare il livello 7 e fare un mago.

Appunti Vari

L’attivazione di un oggetto con parola di comando sarebbe azione standard, ma il manuale recita così:

“A command word can be a real word, but when this is the case, the holder of the item runs the risk of activating the item accidentally by speaking the word in normal conversation. “

Dunque la pronuncia anche casuale della parola di comando produrrebbe l’attivazione dell’oggetto. Da regole.

Se non ci piace questo fatto, potremmo prendere Autorità e portarci dietro un’orda di bambini per attivare ciascuno un oggetto.

Oppure virare sul lancio di oggetti alchemici, come il Liquid Ice.

Uccidere il Tarrasque a Livello 9

Sì, questa volta lo uccidiamo davvero. Ci sono metodi per aggirare le sue molteplici resistenze.

Scheda – Jakua, la maga d’Acqua

Facciamola breve, è esattamente la scheda di cui prima, salvo che per risparmiare un livello questa volta facciamo un mago.

Ora Shrink Item può perfino essere reso permanente e intendiamo farlo, almeno su una decina di oggetti, per sicurezza.

Quindi usiamo lo stesso metodo di prima per mandare il Tarrasque a terra. A quel punto lanciamo qualche incantesimo di Muro di Pietra per circondarlo. Se non ci bastano i nostri slot usiamo delle pergamene. A quel punto continuiamo a tenere svenuto il Bestione Leggendario, lanciandogli addosso un continuo flusso di oggetti ridotti (per poterlo fare tutto il giorno ci serve un modo per volare sempre, ma a questi livelli è cosa semplice), intanto attiviamo il Decanter of Endelss Water.

Basta pazientare un po’, ma a un certo punto il Tarrasque sarà immerso nell’acqua. Dopo aver atteso un altro po’ assisteremo al fallimento di un suo TS Tempra, per cui sverrà e il round successivo morirà.
(se non siete convinti della tenuta del muro di pietra, servirà quello di ferro, e quindi bisognerà essere di livello 11)

Il Tarry è immune a effetti di morte, ma questo non sembra esserlo, a leggere le regole in maniera stretta, RAW, per così dire.
Il Tarry è immune a effetti che lo uccidano istantaneamente dopo un TS, ma questo uccide il round successivo.

Quindi dovrebbe restare morto.
Non siete convinti? Ok, uccidiamolo a un livello maggiore.

Uccidere il Tarrasque a livello 16

Altro metodo per ucciderlo, vediamo se vi convince di più. Per sconfiggerlo userò sempre il trucco di Shrink Item, non perchè sia l’unico, ma perchè è molto economico e risparmiamo tempo, visto che posso ricondurmi al caso precedente.

Scheda – Bramante, lo Strano Necromante

Allora, facciamo svenire il Tarry con una secchiata di spadoni ingigantiti. A questo punto gli sguinzagliamo addosso tutti i Wraith che abbiamo creato con Create Undead.
In realtà ne basta uno solo, ma più sono prima finiamo, che magari abbiamo dimenticato la pentola sul fuoco.

Mentre il Bestione Epico è a terra, i Wraith lo attaccano e lo colpiscono tipo sempre (contatto), costringendolo a continui tiri salvezza sulla Tempra.
Ne fallirà 1 su 20, in media. Sì, solo col maldestro.

Ogni volta subirà un risucchio di 1d6 alla Cos. Quando sarà a zero sarà morto.

Il Tarrasque è immune ai danni alle caratteristiche, ma non ai risucchi.
Il risucchio di Costituzione non è un effetto di morte.
quindi ciaone.

Questo è tutto, se avete metodi più rapidi, suggerite pure.
Se volete vedere build per uccidere altre creature assurde, proponete pure, che mi cimento.

Se vi siete stancati di buildare, potreste leggere qualcosa riguardo Background e ambientazioni.
Altrimenti curiosate nella sezione Pathfinder.

Uccidere Avversari Famosi o Epici in D&D 3.5 e Pathfinder

Spesso dei mostri o addirittura delle divinità appaiono potenti, quasi imbattibili. Molti PF, alta CA, resistenze, immunità e tanto altro. Poi però a guardarli bene, sono scritti abbastanza male e una build particolare, ottimizzata in una certa specializzazione, può sconfiggerli a livelli estremamente bassi, nonostante siano avversari di altissimo livello o addirittura epici.

Si possono battere le divinità in D&D?

L’idea è nata quando ho insultato brutalmente ho avuto una pacifica discussione con una persona su Facebook a proposito della possibilità di uccidere un dio o semidio in 3.5 con un personaggio non epico. Capiamoci, si parlava di uno scontro frontale tra un PG dotato di una build ottimizzata e il dio, così com’è presentato sul manuale.

Thor - Wikipedia
Ecco “Thor che combatte coi giganti” (1872) di Mårten Eskil Winge.

Lui sosteneva l’impossibilità di un’azione del genere.
Io gli ho cortesemente fatto notare che esiste Imhotep e che lo si può uccidere tranquillamente a livello 15.
Lui ha cordialmente espresso dei dubbi su questa eventualità.
La discussione sarebbe anche passata alle mani proseguita amichevolmente, ma non trovo più il link dei commenti.

Però mi sono messo a riflettere su quante volte si parli di mostri grossi, parlando del sacro terrore che incutono, quando spesso non sono poi così complessi da abbattere anche a livelli decisamente bassi.
Quindi vorrei proporre build per uccidere divinità, mostri epici, mostri dal grado di sfida mostruoso, o semplicemente creature famose, appunto. Cioè quegli avversari apparentemente difficili da sconfiggere.

Quindi vorrei aprire questa nuova rubrica, citando i metodi per uccidere le creature più temute dei vari manuali. Per cominciare vorrei proprio trattare la semi divinità in questione:

Mostri, Avversari epici e Creature in D&D 3.5

Ecco di seguito le schede delle build abbastanza forti da sconfiggere creature potenti a livelli bassi.

Imhotep [Dei e Semidei]
Ercole [Dei e Semidei]
Hecatoncheires [Manuale dei Livelli Epici]
Pelor [Dei e Semidei] (vale per tutte le divinità che non lanciano incantesimi Arcani)
Boccob [Dei e Semidei] (valido per qualsiasi divinità del manuale)

In progetto:
Tarrasque
Cas [Eroi dell’Orrore]
Elminster [Manuale dei livelli Epici]
Bane
Alustriel
Drizzt
Heironeous (alla fine sarebbe identica alla build per ucciedere Pelor)

Se volete suggerirne altri, sparate pure.

Comunque se volete approfondire, la questione Build, potete guardare le guide incantesimi, quelle per poteri psionici o le manovre del Tome of Battle

Oppure dei pg particolari in Cyberpunk e Rolemaster.

Manuale dei livelli epici


Mostri, Avversari epici e Creature in Pathfinder

Tarrasque

In progetto:
Cthulhu

Sconfiggere avversari potenti a livelli bassi in D&D 5e

Beh, per ora c’è solo il Tarrasque. In futuro vedremo.

Un mago di lvl 20 può battere un guerriero di lvl 60? D&D 3.5

Siamo abituati ormai al fatto che un incantatore possa battere un “mundane” (vale a dire un non incantatore) a parità di livello (diciamo che in D&D 3.5 esiste una divisione in tier). Sappiamo che in determinate condizioni, ci sono differenze non colmabili neppure con qualche livello di distanza. Ma quanto è più forte un caster rispetto a un combattente? Ci sono troppi effetti che rendono inutili gli attacchi fisici (volare, muro di vento, invisibilità, distorsione, immagine speculare…) o che possono concludere lo scontro o quasi in un istante (ragnatela, nebbia solida, dominare persone, gabbia di forza, danza irresistibile di otto…).

Senza contare l’evocazione di creature, le possibilità di infliggere ingenti quantità di danni, effetti che debilitano l’avversario enormemente e tanto altro. Insomma, gli incantatori hanno ottime armi, come si può anche vedere QUI.

Un guerriero può rendersi immune a molti attacchi del mago.

Link

Ovviamente i mundane possono rendersi immuni ad alcuni effetti, avere tiri salvezza alti e perfino resistenza incantesimi. Tuttavia per gli incantatori è sufficiente usare effetti che alzino le CD dei propri TS o migliorino la prova per superare la RI, oppure cercare incantesimi che non concedano TS e non richiedano di superare la RI, per poi usare effetti sempre diversi fino a sconfiggere l’avversario.
Ad esempio una delle tattiche più famose per uccidere un personaggio privo di magia consiste in Gabbia di Forza seguita da muro d’acqua, in modo da affogare il bersaglio, senza concedergli alcuna possibilità di replica.

Tuttavia, riuscirà un incantatore di livello 20 a configgere un non incantatore di livello 60? Parliamo del triplo dei livelli! 40 livelli epici in più! Certo, questa domanda potrebbe non significare nulla, se non ci si accorda sulle regole specifiche.

Regole per la sfida

  • Tutti i manuali ufficiali concessi, pure le riviste e gli articoli ufficiali. Perfino il materiale 3.0, se non corretto successivamente.
  • Spell to Power vietato.
  • Bannate le TO*.
  • Oro da manuale. Non più di 1/3 del proprio oro in un unico oggetto. Oggetti custom da evitare, salvo piccole modifiche (come usare gli occhiali +4 al carisma o cose di poco conto)
  • Riduzione del mdl: 3 per il lvl 20 e 5 per il 60. (regola presentata su Arcani Rivelati)
  • 2 difetti concessi. (Sempre Arcani Rivelati)
  • Trasparenza Psionica. (Regola sul Manuale Completo delle Arti Psioniche)
  • Zona di combattimento: campo aperto sconfinato con rovine al centro.
  • Il non caster non può usare pergamene bastoni e bacchette (e cose del genere). Può prendere al massimo classi che diano Spell di lvl 4 (paladino, ranger, ecc) e usare gli slot per lanciare gli incantesimi di quelle classi.
  • Tempo di preparazione: neanche un round prima del’inizio dello scontro. Si possono però usare cose che durano tutto il giorno (incantesimi da 24h o più, Stances, ecc) (insomma l’incantatore al mattino può usare Armatura magica o cose di questo genere)
  • Desiderio e Miracolo si usano solo per il bonus alle caratteristiche e per replicare incantesimi.  

*TO = Theoretical Optimization. Si usa questo termine per riferirsi a build talmente ottimizzate da risultare ingiocabili. Ognuno ha pareri diversi su cosa sia una TO e cosa no. Però di norma trucchi per avere  punteggi caratteristica infiniti, desideri infiniti, attacchi infiniti o cose simili sono considerate TO.  

  • Potrebbe sembrare semplice per il caster, almeno a prima vista. Tuttavia dobbiamo ricordarci che:
  • La RI del mundane sarà virtualmente insuperabile
  • I TS del mundane saranno praticamente imbattibili
  • Sarà immune a tutta una serie di effetti (energia negativa, morte, influenza mentale, danni alle caratteristiche) inoltre sarà immune a tutti i danni elementali.
  • Con i talenti epici gli si aprono opzioni come quella di deflettere automaticamente qualsiasi incantesimo a contatto a distanza che gli venga lanciato.
  • Avrà una grandissima iniziativa, per cui sarà difficile per il caster agire prima di lui.
  • I suoi punteggi di CA, PF, colpire saranno esorbitanti, quindi non sarà facile usare la tecnica di buffarsi e lanciarsi nella mischia.
  • Il suo output di danni probabilmente è sufficiente a uccidere 10 volte di fila il caster nello stesso round. Dunque dite la vostra: secondo voi chi vincerebbe uno scontro del genere?

A breve faremo l’esperimento e vedremo il risultato.   (in realtà il candidato a fare la scheda di livello 60 si è ritirato. Conoscete qualcuno carico per questo scontro? Offritelo come volontario!)  

Se vi piace smanettare con le build, potreste curiosare QUI. Se invece cercate un’edizione più bilanciata guardate D&D 5e, oppure altri GdR.